Bentrovati a questo nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

"Giuliano Pisapia mi ha detto di non essere interessato a partecipare all'Accordo di programma sulla Città della Salute di Sesto San Giovanni. Quindi il Comune di Milano si sfila ufficialmente da questo progetto". Lo ha fatto sapere il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, parlando con i giornalisti in Consiglio regionale, durante  il dibattito sul Bilancio. Il governatore, che ha informato la stampa di aver incontrato il primo cittadino del capoluogo lombardo, ha comunque precisato che in merito alla Città della salute la decisione di Palazzo Marino "non cambia nulla. Sapevo della contrarietà del Comune - ha detto - ma noi andremo comunque avanti in quella direzione". Maroni ha fatto sapere che l'incontro con il sindaco era "previsto da tempo" ed è servito "per fare il punto della situazione su tanti temi e sulla collaborazione fra Regione e Comune di Milano, che sta funzionando". "Abbiamo parlato - ha raccontato - soprattutto di questioni legate alle attività culturali". Senza voler entrare nel dettaglio, perché "ci sono degli aspetti che stiamo ancora verificando e valutando", il presidente ha fatto sapere che "in materia di cultura Regione e Comune hanno deciso di prendere delle iniziative comuni. Come quella per contrastare la misura del Governo che vuole tagliare alla Lombardia fondi del Fus (Fondo unico dello spettacolo) per darli al Lazio". "E' una cosa inaccettabile - ha detto Maroni - per la quale io e Pisapia abbiamo deciso di fare un'azione comune nei confronti di Palazzo Chigi e del Parlamento".

Arrivano le prime stime non ufficiali dei danni provocati dalla grandinata del 13 luglio scorso, almeno per quanto riguarda il cremonese e l'area dei comuni bresciani. Si parla complessivamente di circa 100 milioni di euro di danni. Per discutere dei risarcimenti e delle modalità con cui possono essere richiesti, l'assessore all'Agricoltura di Regione Lombardia Gianni Fava ha partecipato all'incontro pubblico convocato a Cremona dal prefetto alla presenza del sottosegretario di Stato alle Politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina e dei sindaci dei Comuni interessati dalla tempesta con grandine. L'Assessore ha espresso la volontà di fornire risposte e risorse nel minor tempo possibile, senza aspettare la scadenza dei 90 giorni previsti dalla legge dalla presentazione delle domande di risarcimento, che in questi giorni cominciano già ad arrivare. Sentiamo le parole dell'assessore…

-    AUDIO -

"Il Protocollo firmato  fra Expo 2015 e i sindacati rappresenta una grande opportunità per la Lombardia e un modello per tutto il Paese". Con queste parole il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni ha commentato l'accordo sul lavoro relativo alle modalità di assunzione di personale per l'Esposizione del 2015, firmato a Milano. "L'intesa raggiunta con le parti sociali, nell'interesse dei lavoratori e nel pieno rispetto dei loro diritti, è la dimostrazione del fatto che tutti hanno compreso che ci troviamo di fronte a un'occasione storica non solo per Milano e la Lombardia ma per tutto il Paese" ha spiegato Maroni. "Mi auguro perciò - ha aggiunto il presidente - che si prosegua su questa strada, perché i tempi stringono e solo lavorando tutti insieme possiamo raggiungere grandi risultati come questo".

La Giunta della Regione Lombardia, presieduta da Roberto Maroni, ha approvato la proposta di designazione del presidente della Fondazione Ente autonomo Fiera internazionale di Milano nella persona di Benito Benedini.