Bentrovati a questo nuovo appuntamento informativo, realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

La Giunta regionale presieduta dal Governatore, Roberto Maroni, si riunirà domattina a San Benedetto Po, in provincia di Mantova, dove nel pomeriggio, alle 14, è prevista la riunione del Comitato d’Indirizzo per gli interventi conseguenti il terremoto dello scorso anno assieme agli amministratori dei comuni del Mantovano colpiti dal sisma. Suggestiva la struttura che ospiterà questa inedita riunione di Giunta, il Complesso Monastico Polironiano, edificato nel centro di San Benedetto Po tra l’XI e il XVII secolo.

La crisi del settore delle costruzioni in Italia è manifesta e i numeri parlano chiaro. E anche in Lombardia gli investimenti negli ultimi cinque anni in questo comparto sono calati del 27% per un totale di oltre 6 miliardi di euro, con quasi 50mila posti di lavoro persi. “Un dovere delle Istituzioni è quello di intervenire, tagliando una burocrazia che soffoca la voglia di investire". Così oggi l'assessore regionale al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo, Viviana Beccalossi, intervenendo oggi a Brescia al Congresso del Consiglio nazionale degli ingegneri. In Lombardia, secondo dati dell’Associazione nazionale costruttori edili, sono tutti i comparti di attività del settore a registrare perdite produttive, ad eccezione dei soli interventi di recupero abitativo.  Un dato su tutti: gli investimenti in abitazioni, quasi 13 milioni di euro, nel 2012 hanno segnato un -6,5%. La nuova edilizia residenziale è il comparto che maggiormente risente della crisi, manifestando i cali produttivi più elevati. Nel 2012, gli investimenti in nuove abitazioni nella Regione hanno segnato una flessione del 17,9% rispetto all'anno precedente. "Regione Lombardia - ha detto Beccalossi – è consapevole che la semplificazione è necessaria per dare ossigeno all'economia. Dopo l'estate vedranno la luce alcuni provvedimenti fondamentali: in primis la revisione e la semplificazione della Legge 12, che dal 2005 regola aspetti fondamentali per la vita di tutti come il territorio, la casa, l'ambiente e il paesaggio; poi il varo di una Legge per la difesa del suolo, in fase di preparazione, che renda ancora più efficaci le politiche di prevenzione del rischio idrogeologico e presidio del territorio, tema su cui la Regione sta lavorando con un programma di Investimenti finanziato con 150 milioni di euro.”

L'Assessore regionale all’Agricoltura, Gianni Fava, ha ribadito l'intento di trovare nuove forme di sostegno alle aziende agricole lombarde, già favorite da un anticipo del 70% della Pac, la Politica Agricola Comune, di sei mensilità. “La Pac resta, tuttavia, una misura pensata per agevolare la produzione – sottolinea Fava - I risarcimenti dei danni dovuti alle calamità naturali sono di competenza dello Stato.” Sentiamo…

AUDIO

Sicurezza, rapporto tra singole istituzioni e tra Istituzioni e privati sono stati alcuni dei temi al centro del seminario dal titolo 'Sindaci, i rischi prevalenti e la sicurezza del territorio' tenutosi a Lecco, cui hanno partecipato gli assessori regionali alla Sicurezza, Simona Bordonali, e allo Sport, Antonio Rossi. Sul tavolo anche il sostegno di Regione Lombardia alla redazione dei piani di sicurezza comunali e l'associazione di più comuni nella gestione di servizi territoriali. Sentiamo l'assessore Bordonali…

AUDIO

Domani pomeriggio Palazzo Lombardia ospiterà gli “Stati Generali della Ricerca e dell’Innovazione”, un momento di dialogo e confronto sulle attività avviate da Regione Lombardia negli ultimi anni, sintetizzate soprattutto dal Documento Strategico per la Ricerca e l’Innovazione, ma anche con uno sguardo proiettato ai nuovi documenti programmatori in corso di realizzazione. Saranno presenti, oltre ai vari relatori, anche l’assessore regionale alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione, Mario Melazzini, e rappresentanti del Ministero dell’Istruzione e della Commissione Europea. La partecipazione è libera e gratuita; occorre, però, registrarsi, inviando un’e-mail all’indirizzo StatiGenerali2013@regione.lombardia.it

È tutto, grazie per l’ascolto.