Bentrovati a questo nuovo appuntamento informativo, realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

È stato approvato in via preliminare dal Consiglio dei Ministri il disegno di legge che riguarda le Città Metropolitane. "Puntiamo a fare in modo che non ci sia il rinnovo delle amministrazioni provinciali nelle elezioni del 2014" ha dichiarato (oggi) il ministro Graziano Delrio, promotore della riforma pensata 23 anni fa ma finora mai approvata in via definitiva. Province non abolite, quindi, ma "svuotate". Non mancano, tuttavia, i dubbi sulla forma e le competenze di questa nuova istituzione. Sentiamo al riguardo Il commento del governatore lombardo, Roberto Maroni…

AUDIO

Giovedì nel Complesso Monastico Polironiano di San Benedetto Po si è tenuta la riunione di Giunta. Una seduta durata oltre due ore con molti temi sul tavolo, alcuni dedicati proprio al territorio mantovano, altri di rilevanza regionale. Su tutti l’annosa questione della Città della Salute di Sesto San Giovanni. Dopo l’addio al progetto, nei giorni scorsi, da parte del Comune di Milano, giovedì è arrivata l'approvazione dell'Accordo di programma per la Città della salute, documento che verrà sottoscritto lunedì in Regione alla presenza di tutti i soggetti interessati. Nel 2015 è previsto l'avvio dei lavori, dopo la bonifica dei terreni, che dovrebbero durare tre anni. Sentiamo sul tema della Città della Salute il vicepresidente lombardo, Mario Mantovani…

AUDIO

Per quanto riguarda, invece, i provvedimenti adottati per il Mantovano, spiccano la convocazione entro settembre del Tavolo istituzionale del Patto territoriale per la Casa di Mantova per monitorare i tanti interventi in corso; la firma di un protocollo d'intesa per la promozione di strategie per la prevenzione e il contrasto della violenza contro le donne; il via libera alla procedura per il nuovo ponte di San Benedetto Po, grazie ai 30 milioni di euro stanziati da Palazzo Lombardia con l'assestamento di Bilancio. Tra gli interventi relativi al terremoto dello scorso anno, Maroni ha annunciato che, ai 37 milioni di euro del Fondo di solidarietà dell'Unione europea, la Regione "ne ha aggiunti 12, 7 approvati pochi giorni fa dal Consiglio regionale su proposta della Giunta, più altri 5 dati dalla protezione civile nazionale." Sempre giovedì è arrivato il via libera dalla Corte dei Conti a un’ ordinanza regionale per finanziare interventi pubblici per altri 11 milioni di euro nei Comuni colpiti dal sisma. È stata, infine, firmata anche una nuova convenzione fra il Ministero del Lavoro e le tre regioni colpite dal sisma per un importo di 70 milioni.

Il territorio di Como diventerà una 'palestra' sui temi della semplificazione, della 'burocrazia zero' e della fiscalità, per sperimentare interventi innovativi, in grado di rilanciare lo sviluppo economico e sociale. Massima attenzione anche al settore nautico e a quello della ricerca. È quanto ha confermato ieri l'assessore regionale alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione, Mario Melazzini, intervenendo al Tavolo per la Competitività e lo sviluppo della provincia di Como, promosso dalla Camera di Commercio,che ha riunito le organizzazioni del mondo economico-produttivo, sociale e istituzionale del territorio comasco. - Diversi i temi toccati nel corso della discussione: l'accesso al credito (su cui Regione Lombardia ha già assunto alcuni provvedimenti, investendo 22 milioni di euro), il pagamento delle aziende creditrici verso le Pubbliche amministrazioni (1 miliardo reso disponibile da Regione Lombardia), la modifica della legge regionale sulla competitività, l'avvio di un tavolo regionale sul settore dell'edilizia, Expo e la ricerca. Altro tema affrontano quello della nautica, per il quale Melazzini ha dichiarato che sarà confermato il Patto di sviluppo per la filiera nautica.

Gli assessori regionali Viviana Beccalossi (Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo) e Maurizio Del Tenno (Infrastrutture e Mobilità)  parteciperanno domani in Valtellina all'inaugurazione dei lavori di sistemazione idraulica e di riassetto idrogeologico della Val Pola. I lavori, appaltati dalla Provincia di Sondrio e finanziati da Regione Lombardia, sono iniziati nel novembre 2007.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.