Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia
"Una riunione molto utile'' quella avvenuta a Milano sul tema sicurezza con il ministro dell'Interno, Angelino Alfano. Queste le parole del governatore lombardo Roberto Maroni, che al Governo ha chiesto attenzione alla sicurezza urbana su tutto il territorio regionale anche in vista di Expo. Su questo il presidente della giunta lombarda in Prefettura ha fatto un annuncio. Lo sentiamo...

-    AUDIO –

Semplificazione, "perché le imprese non devono perdere tempo o fare doppio lavoro per la burocrazia"; accesso al credito, "che è il problema più urgente e sentito in questo momento di crisi"; sostegno allo start up d'impresa, all'internazionalizzazione e alla ricerca, "con la disponibilità di 60 milioni di euro nei prossimi due mesi". Sono questi i tre punti fondamentali indicati dall'assessore alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione, per affrontare l'attuale momento economico difficile, nel corso del suo intervento alla presentazione del terzo Rapporto Artigianato e Piccole Imprese, curato dall'Osservatorio Mpi di Confartigianato Lombardia. "In un momento come quello attuale - ha spiegato l'assessore, citando il titolo della ricerca 'Un nuovo Inizio. Dalla Resistenza al Cambiamento' - non bisogna solo resistere, ma avere il coraggio di osare e di fare scelte coraggiose. Dobbiamo fare di più e soprattutto farlo insieme". "Per Regione Lombardia e per me personalmente - ha aggiunto - l'impegno per il lavoro, l'occupazione, la crescita e lo sviluppo è un punto prioritario. L'artigianato lombardo, da questo punto di vista, è uno dei punti nodali, essenziali per la ripresa della nostra economia. E' necessario però creare legami di filiera sempre più stretti tra le imprese artigiane e la grande industria, abbattendo una barriera culturale, che oggi impedisce questo".

Un tavolo dedicato all'Esposizione 2105.  E' uno dei risultati del vertice che si è svolto in prefettura fra governo e istituzioni locali in tema di sicurezza dopo i fatti di Niguarda. Gli obiettivi li spiega l'assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione di Regione Lombardia, Simona Bordonali.

-    AUDIO -

Regione Lombardia ha erogato alla Provincia di Sondrio oltre 182 mila euro per la riqualificazione delle strade. Lo annuncia l'assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità spiegando che il finanziamento fa parte di un fondo destinato a interventi straordinari dovuti a calamità e situazioni di pronto intervento che viene suddiviso tra tutte le Province lombarde. "Lo stanziamento di questa somma - spiega l'assessore - era stato deciso prima della chiusura della SS 36, nella convinzione che sia fondamentale garantire una manutenzione puntuale anche della viabilità cosiddetta secondaria. Strade in ordine sono strade più sicure e più veloci sia per le persone che per le merci e sono un requisito indispensabile per rendere più competitivo un territorio".

La Regione metterà a disposizione 20 milioni  di euro per il recupero di alloggi di edilizia pubblica degradati e quindi  sfitti. Lo ha spiegato l’assessore alla Casa Paola Bulbarelli (Pdl)  illustrando durante un incontro a Palazzo Lombardia i progetti per i  "primi 100 giorni di governo" messi in campo dall’assessorato. Con la  somma stanziata, ha spiegato, sarà possibile recuperare "già entro la  fine dell’anno" circa 2mila alloggi sui 5 mila non a norma presenti nella  Regione e nella maggior parte dei casi si tratterà di case popolari  dell’area milanese, dove "la situazione è più critica". "Solo a  Milano - ha ricordato Bulbarelli - ci sono oltre 20 mila domande di  alloggio inevase".

È tutto, grazie per l’ascolto