Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Conferenza stampa di dopo giunta oggi. Il presidente della Regione, Roberto Maroni, spiega i provvedimenti approvati.

-    AUDIO -

"Ho investito della questione la Giunta regionale, dando comunicazione delle condizioni disastrose in cui versa l'agricoltura in Lombardia dal punto di vista climatico". E' quanto ha detto l'assessore regionale all'Agricoltura, a seguito del perdurare di condizioni climatiche avverse che stanno continuando a causare danni a semine e colture, annunciando che, a breve, proporrà al presidente la deliberazione per la proclamazione dello stato di crisi per l'agricoltura regionale.
Contestualmente l'assessore ha scritto al ministro per le Politiche agricole, chiedendo di attivare ogni iniziativa possibile, per alleviare la grave situazione, anche "con la sospensione del versamento dei contributi previdenziali e assistenziali propri e dei lavoratori dipendenti, il differimento dei termini per gli adempimenti degli obblighi tributari, la sospensione delle rate e degli effetti del credito agrario per sei mesi e l'ottenimento del ristoro economico a valere sui fondi di solidarietà nazionali. Così come accaduto per le altre Regioni che hanno effettuato le stesse segnalazioni, l'assessore regionale all'Agricoltura chiede al ministro un intervento nei confronti degli organi comunitari competenti, affinché gli eventi causati dal maltempo "siano riconosciuti come riconducibili a 'forza maggiore e
circostanze eccezionali", come previsto dal regolamento comunitario n.73 del 2009, per consentire l'attivazione delle procedure che permettano ai produttori di mantenere il diritto agli aiuti.

"La Presidenza del Consiglio dei ministri si è detta d'accordo, quindi penso che entro pochi giorni saremo in grado anche di licenziare questo provvedimento". In questo modo Regione Lombardia potrà usare per la ricostruzione dei paesi del Mantovano colpiti dal terremoto i 37 milioni di euro stanziati dall'Unione europea, che oggi sono bloccati dalla Corte dei Conti, che "ritiene che spenderli non sia facoltà delle Regioni, ma del Governo centrale". Lo ha annunciato il presidente della Regione Lombardia, confermando di "aver chiesto, anche a nome di Emilia Romagna e Veneto, l'interessamento della Presidenza del Consiglio, perché
definisse, attraverso un provvedimento specifico (Dpcm ndr.), l'assegnazione e l'attribuzione alle Regioni della competenza per la distribuzione dei fondi europei"

L'assessore della Regione Lombardia alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione parteciperà domani, sabato 25 maggio, a Capriolo (Brescia) all'esercitazione intercomunale di Protezione civile, che si svolgerà nelle giornate di sabato 25 e domenica 26 e avrà il campo base presso piazza Mercato. Parteciperanno all'esercitazione: i gruppi comunali di Protezione civile di Cazzago San Martino, Coccaglio, Cologne, Corte Franca, Ospitaletto, Palazzolo sull'Oglio, Paratico e Rovato; associazioni di Protezione civile sommozzatori di Capriolo, paracadutisti Castelcovati e antincendio Erbusco; il servizio sanitario di Bornato, Capriolo, Palazzolo sull'Oglio e Adro e i Vigili del fuoco di Palazzolo sull'Oglio.

L'assessore regionale allo Sport e Politiche per i giovani interverrà domani, sabato 25 maggio, al convegno, organizzato dal Dipartimento cardiovascolare dell'Azienda ospedaliera della provincia di Lecco, dal titolo 'Gestione dell'attività fisica non agonistica nel sano e nel cardiopatico'.
Oltre all'assessore regionale interverrà, fra gli altri, il professore Enrico Arcelli (associato Dipartimento di Scienza dello sport, nutrizione e salute all'Università degli Studi, Milano).

È tutto, grazie per l’ascolto