Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Si sono concluse le procedure di iscrizione alle scuole di ogni ordine e grado per l'anno scolastico 2013/2014, gestite per la prima volta interamente on line. Sono stati ben 13.755 gli iscritti alle classi prime dei percorsi di Istruzione e formazione professionale. Questi percorsi sono stati scelti dal 16% del totale degli studenti frequentanti la scuola media. Rispetto allo scorso anno si osserva un trend lievemente crescente (2%), con 233 iscritti in più. Come sempre gli indirizzi più richiesti sono l'operatore estetico e dell'acconciatura (3.486 iscritti), l'operatore della ristorazione (2.617), l'operatore della riparazione dei veicoli a motore (1.572), l'operatore della trasformazione agroalimentare (1.088) e l'operatore elettrico (1.026). Con i criteri che ogni istituto si è dato, qualora il numero di iscritti ai singoli percorsi sia superiore alle reali possibilità di accoglienza, gli studenti saranno riorientati in accordo con le famiglie.

Interventi della regione a sostegno del settore del miele. Ce ne parla nel servizio, Alessandra De Stefano

(AUDIO)

Per vincere la battaglia contro l'inquinamento atmosferico 'non bisogna mai abbassare la guardia, ma procedere con misure strutturali. Le uniche che negli anni hanno portato a una progressiva e significativa riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera'. L'assessore regionale all'Ambiente, Energia e Reti, Leonardo Salvemini, risponde così a Legambiente che ha commentato il superamento dei 35 giorni di soglia limite di emissioni prevista dalla normativa europea. 'Negli ultimi dieci anni Regione Lombardia - spiega l'assessore - ha investito oltre 1 miliardo nella lotta all'inquinamento con risultati positivi anche a fronte della difficile conformazione orografica del nostro territorio che non consente l'adeguata dispersione di inquinanti. I dati dell'Arpa, infatti, indicano una costante e importante diminuzione della concentrazione degli inquinanti che negli anni sono passate da oltre 250 microgrammi per metro cubo a poco più di 50. Non basta, certo, ma stiamo andando nella giusta direzione'.

L’Università Bocconi di Milano ospita oggi il dibattito sul tema delle infrastrutture del futuro con il contributo dei maggiori esponenti di aziende del settore, organizzazioni di rilievo nazionale e internazionale e operatori del mondo economico-finaziario. Nel corso della giornata viene presentato il documento di lavoro "Le infrastrutture del futuro: idee e proposte per i governi che verranno" riferito ai sei principali ambiti infrastrutturali: viabilità, ferrovie, aeroporti, logistica, utilities, telecomunicazioni. I lavori saranno chiusi dall’intervento del ministro per le Infrastrutture, Corrado Passera e dall’assessore regionale lombardo alle Infrastrutture e Mobilità, Andrea Gilardoni.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.