Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Presentata a Palazzo Lombardia la relazione di fine legislatura che include valutazioni della Corte dei conti, della società di rating Moody's e della società di revisione Deloite. "Alla luce di queste certificazioni di enti terzi possiamo dire con tranquilla coscienza di avere fatto il nostro dovere, migliorato la situazione e consegnato una macchina virtuosa a chi ci succederà. Lo faccio con gioia perché ha avuto il nostro appoggio". Lo ha detto il presidente uscente Roberto Formigoni, che dopo 18 anni alla guida della Lombardia si prepara a partire per Roma dove è stato eletto senatore, sentiamo

(AUDIO)

«Mi hanno detto che sarò insediato con ogni probabilità il 15 marzo, che è anche il mio compleanno, quindi la prima riunione di giunta sarà il lunedì successivo e affronteremo le tre questioni più importanti: Expo, grandi opere e crisi economica». Lo ha spiegato il presidente eletto della Regione Lombardia, Roberto Maroni, al termine di una serie di incontri che ha avuto ieri con il governatore uscente Roberto Formigoni e i direttori generali e centrali della Regione. Proprio da questi ultimi, ha riferito il leader della Lega, c'è stata una illustrazione di «tutti i problemi che ci sono (qualche buona notizia anche), molti dei quali riguardano la crisi economica e i problemi di gestione delle infrastrutture».

«Ho garantito al sindaco Pisapia, che conosco da tempo e che stimo, la leale collaborazione mia personale e della Regione nell'interesse comune di affrontare e risolvere problemi concreti». Lo ha detto il presidente eletto della Regione Lombardia, Roberto Maroni, al termine dell'incontro con il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia. L'incontro, il primo tra i due dopo l'esito delle elezioni, si è svolto a porte chiuse nell'ufficio del sindaco ed è durato poco più di un'ora. La collaborazione «leale tra istituzioni» è l'unica strada - ha aggiunto Maroni - per tornare alla politica con la P maiuscola«. Roberto Maroni ha spiegato di aver avuto con il sindaco »uno scambio di opinioni su tanti temi« e che non appena ci sarà il suo insediamento ufficiale »abbiamo concordato di fare un incontro sull’agenda dei temi che riguardano Comune, Regione e Expo 2015».

E’stato sottoscritto ieri ad Alzano Lombardo, in provincia di Bergamo, il Contratto di recupero produttivo 'Cartiere Paolo Pigna'. 'Per Regione Lombardia la firma di questo accordo - ha detto il vicepresidente della Giunta Andrea Gibelli, intervenendo alla firma - è sicuramente un segnale di maturazione culturale, che permetterà, in futuro, di copiare l'esempio delle Cartiere Pigna in altre realtà lombarde'. Il contratto è finalizzato alla ristrutturazione aziendale dell'insediamento produttivo delle Cartiere Paolo Pigna e alla contestuale riqualificazione delle aree dell'insediamento produttivo in via di dismissione e costituisce il primo importante esempio a livello regionale di accordo tra Regione, autonomie locali e funzionali, imprese, rappresentanze dei lavoratori e dei datori di lavoro e altri soggetti pubblici e privati, per la realizzazione di progetti di rilevante impatto sociale nell'ambito regionale, in relazione al numero dei lavoratori coinvolti.

Regione Lombardia promuove l'accesso al patrimonio culturale e artistico del nostro territorio da parte delle persone non udenti attraverso una nuova iniziativa che si avvale del supporto delle più avanzate tecnologie  disponibili. Da oggi, coloro che visiteranno Palazzo Lombardia avranno la possibilità di visualizzare, usando il proprio smartphone o tablet, una videoguida tradotta nel Linguaggio dei segni (italiano e internazionale) dedicata alla nuova sede istituzionale, alle opere d'arte presenti al suo interno e alle caratteristiche architettoniche della struttura.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.