Bentrovati al nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione  con Regione Lombardia

Alluvione 2010, in arrivo i risarcimenti regionali. Sentiamo...

-    Audio –

Il mais gravemente danneggiato dalla siccità del 2012 sarà utilizzato per produrre energia rinnovabile negli oltre 500 impianti a biogas della pianura padana. E' quanto prevede l'accordo di filiera promosso dagli assessori regionali all'agricoltura della Lombardia Giuseppe Elias, dell'Emilia-Romagna Tiberio Rabboni e del Veneto Franco Manzato e indirizzato alle principali organizzazioni agricole e ai consorzi di  biodigestori, con l'obiettivo di risolvere un problema che  rischia di avere pesanti ripercussioni per l'agricoltura e la zootecnia del nord Italia: quello delle ingenti quantità di mais che a causa delle pessime condizioni meteo climatiche della scorsa estate presentano caratteristiche che lo rendono non idoneo all'alimentazione umana e animale. Solo il mais di elevata qualità organolettica e igienico-sanitaria può essere infatti destinato a queste finalità.  L'accordo  messo a punto dalle tre Regioni permette di costruire un percorso chiaro, trasparente e sicuro, in linea con le indicazioni fornite dal Ministero della Salute. E' infatti prevista una precisa procedura di tracciabilità del prodotto - definita dalle tre Regioni e approvata dal Ministero della Salute - che ne assicura un corretto utilizzo, evitando così il rischio di frodi e garantendo maggior sicurezza al consumatore.

L'assessore regionale all'Ambiente e Sistemi Verdi Leonardo Salvemini interverrà domani, domenica 17 marzo, al convegno 'Dall'Expo al Po: allargare la partecipazione, valorizzare le aree naturali, promuovere l'ecoturismo in tutta la Lombardia', organizzato all'interno di 'Fa' la cosa giusta', la Fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili.