Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Si è insediata la nuova Giunta regionale lombarda guidata da Roberto Maroni. Sono 14 assessori, di cui metà donne. I sette assessorati assegnati a Pdl e Fratelli d'Italia sono Mario Mantovani vicepresidente con delega alla Salute; Maurizio Del Tenno alle Infrastrutture; Mario Melazzini alle Attività Produttive Ricerca e Innovazione; Valentina Aprea all'Istruzione, Formazione e Lavoro; Alberto Cavalli al Commercio e Turismo; Paola Bulbarelli alla Casa e Pari opportunità; Viviana Beccalossi al Territorio e Urbanistica e Difesa del suolo. I sette assessori di area Lega sono Massimo Garavaglia all'Economia Crescita e Semplificazione; Antonio Rossi allo Sport e Giovani; Gianni Fava all'Agricoltura; Maria Cristina Cantù al Welfare; Claudia Terzi all'Ambiente; Cristina Cappellini alle Culture Identità e Autonomie; Simona Bordonali alla Sicurezza, Immigrazione e Protezione civile. La presentazione della Giunta è avvenuto a Palazzo Lombardia, in occasione dell'intitolazione della Sala dei 500 al giuslavorista Marco Biagi, a undici anni dal suo assassinio da parte delle nuove Br.

E’ stato pubblicato sul Bollettino ufficiale di Regione Lombardia, un bando da 1milione di euro, attraverso il quale saranno finanziati stage e periodi di studio all'estero per disoccupati e inoccupati interessati a sviluppare prodotti e servizi innovativi nell'ambito del settore culturale e creativo. Si tratta della prima declinazione concreta di un accordo di collaborazione da 4 milioni di euro per il biennio 2013-2014, sottoscritto a dicembre 2012 da Regione Lombardia e Fondazione Cariplo, per avviare iniziative di promozione e sostegno alle imprese culturali e creative lombarde.  Il settore, che è tra i più dinamici e strategici per l'economia europea, comprende diversi ambiti di attività: arti visive, spettacolo dal vivo, design, pubblicità, editoria, musica, radio-televisione, cinema, videogiochi e contenuti digitali.

Il mais gravemente danneggiato dalla siccità del 2012 sarà utilizzato per produrre energia rinnovabile negli oltre 500 impianti a biogas della pianura padana. E' quanto prevede l'accordo di filiera promosso dagli assessori regionali all'agricoltura della Lombardia Giuseppe Elias,  dell'Emilia-Romagna Tiberio Rabboni e del Veneto Franco Manzato e indirizzato alle principali organizzazioni agricole e ai consorzi di  biodigestori, con l'obiettivo di risolvere un problema che  rischia di avere pesanti ripercussioni per l'agricoltura e la zootecnia del nord Italia: quello delle ingenti quantità di mais che a causa delle pessime condizioni meteo climatiche della scorsa estate presentano caratteristiche che lo rendono non idoneo all'alimentazione umana e animale. Solo il mais di elevata qualità organolettica e igienico-sanitaria può essere infatti destinato a queste finalità. L'accordo  messo a punto dalle tre Regioni permette di costruire un percorso chiaro, trasparente e sicuro, in linea con le indicazioni fornite dal Ministero della Salute. E' infatti prevista una precisa procedura di tracciabilità del prodotto - definita dalle tre Regioni e approvata dal Ministero della Salute - che ne assicura un corretto utilizzo, evitando così il rischio di frodi e garantendo maggior sicurezza al consumatore.

Sono stati pubblicati gli Atti ufficiali dei due Stati Generali dedicati, rispettivamente, al Marketing territoriale e al Commercio. Lo comunica l'assessore al Commercio, Turismo e Servizi della Regione Lombardia Giovanni Bozzetti. "È un risultato - ha detto l'assessore - di cui sono particolarmente orgoglioso. I due volumi che abbiamo realizzato sono un segno concreto del lavoro svolto alla guida dell'Assessorato. La quantità e qualità degli interventi che vi sono contenuti consente di mettere a fuoco problemi e possibili soluzioni alla crisi che stiamo attraversando. Una crisi drammatica soprattutto per il commercio, che necessita di interventi urgenti, condivisi da tutti i protagonisti del settore".

Ed è tutto. Grazie per l’ascolto.