Bentrovati a questo nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Un rapporto di collaborazione fra giunta regionale e opposizioni in consiglio regionale, soprattutto sul tema del lavoro. Lo garantisce il presidente della Lombardia Roberto Maroni, che come primo atto della sua legislatura ha voluto intitolare la sala dei 500 di Palazzo Lombardia a Marco Biagi, il giuslavorista ucciso dalle Br 11 anni fa. Continuare il suo lavoro è l'obiettivo di Maroni...

(AUDIO)

Ci sono 7 donne e 7 uomini nella giunta Maroni. A Cristina Cappelini, neoassessore alle Culture, identità e autonomie, abbiamo chiesto quali saranno le caratteristiche del suo assessorato...

(AUDIO)

La Giunta regionale ha approvato la delibera di attuazione contestuale, in Lombardia, Piemonte e Veneto, del Patto di stabilità territoriale. Nella delibera si spiega che possono da subito avviarsi le intese interregionali in tema di Patto di stabilità territoriale. Questo potrebbe assumere, così, una configurazione tale da valorizzare il sistema delle Autonomie locali nell'ambito di un'area territoriale ancora più vasta, quale la Macroregione. Il plafond disponibile per le imprese nelle tre Regioni ammonta a circa 250 milioni di euro. Per questo nella delibera si individuano i nuovi criteri, in condivisione con Anci e Upl, per il Patto di stabilità territoriale 2013 attraverso i lavori del tavolo tecnico e si decide di proseguire nelle attività necessarie all'aggiornamento di virtuosità per i Comuni lombardi. Il presidente Roberto Maroni si è detto in sintonia con il presidente del Veneto Luca Zaia, che ha appoggiato la manifestazione dell'Anci contro il Patto di stabilità. Maroni ha sottolineato la propria vicinanza ai Comuni, ritenendo pienamente fondate le ragioni della loro protesta in materia di tale Patto.

La Giunta regionale ha assunto la delibera, in cui si prevede il taglio del 10 per cento delle spese delle segreterie per ciascun componente dell'Esecutivo. Per il 2013 tali spese sono riproporzionate alla durata dell'anno. Inoltre la dotazione finanziaria per le spese di rappresentanza e di funzionamento è ridotta del 30 per cento rispetto a quanto stabilito per il 2012. Per le missioni all'estero sarà necessario avere una preventiva autorizzazione del presidente. Roberto Maroni ha annunciato che, in qualità di consigliere regionale della Lista Maroni, presenterà in Consiglio regionale una proposta di legge per cambiare l'attuale norma sui rimborsi dei consiglieri. Questa proposta è stata accolta con favore dall'intero Esecutivo.

Ed è tutto. Grazie per l’ascolto.