Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

'Questo primo acconto del Patto di Stabilità verticale consente ai comuni lombardi di avere da subito a disposizione la cifra di 134 milioni di euro; se invece avessimo aspettato di mettere mano al bilancio per aumentare la cifra avremmo dovuto aspettare dei mesi e avremmo rischiato di trovarci nella situazione dell'anno scorso, in cui tanti comuni non hanno poi fatto in tempo a spendere le cifre a loro destinate'. E quanto afferma Massimo Garavaglia, assessore regionale all'Economia, crescita e semplificazione.'Per questo abbiamo preferito dare fin da subito tutto quanto già disponibile - ha aggiunto Garavaglia - , ma contiamo di spuntare dal Governo un'altra tranche in modo da pareggiare l'importo di 210 milioni stanziato l'anno scorso, senza mettere soldi freschi della Regione Lombardia'.

Il sindaco di Dalmine, Claudia Terzi, è il neo assessore all'Ambiente energia e sviluppo sostenibile di Regione Lombardia. Sono temi di cui si è già occupata in qualità di primo cittadino nella bergamasca e noi le abbiamo chiesto qual è il futuro dell'energia rinnovabile nella nostra regione

(AUDIO)

Incentivazione delle eccellenze lombarde, promozione della ricerca, contenimento delle spese, razionalizzazione delle risorse, un taglio con il recente passato con la necessità di chiudere 'capitoli negativi' e parlare invece di 'buona salute'. Sono queste alcune delle principali linee per il futuro della sanità lombarda tracciate venerdì a Niguarda dal vice presidente e assessore alla Salute della Regione Lombardia Mario Mantovani, che ha voluto iniziare proprio dall'ospedale milanese un 'tour' in tutte le strutture della regione, con l'obiettivo di 'capire, conoscere e raccogliere elementi fondamentali, prima di assumere decisioni di governo'.

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni ha presentato la conclusione dei lavori di restauro conservativo della cripta della chiesa dell'Annunciata a Milano, luogo di sepoltura di 141 caduti nei combattimenti del 1848. A 165 anni esatti dalla fine delle Cinque Giornate di Milano e nell'attuale sede dell'Università statale il presidente della Lombardia ha riaperto così al pubblico la cripta che - grazie al lavoro di restauro finanziato dalla Regione Lombardia con 148.000 euro e dalla Fondazione Cariplo - sarà visitabile tutti i giorni, dal lunedì al giovedì, dalle ore 9 alle 17 dopo Pasqua.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.