Bentrovati al nostro appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Crisi economica e occupazione. E' stato questo il tema dell'incontro fra il presidente di Regione Lombardia, Roberto Maroni, e le parti sociali a Palazzo Lombardia. Lo sentiamo.

- audio -

"Condivido la rivendicazione dell'orgoglio di noi tutti, Giunta e Consiglio, di fare della Lombardia la Regione protagonista in Italia e in Europa: partiamo dai temi concreti, da quello più concreto rappresentato dalla crisi economica, dal lavoro e dall'occupazione". Sono le parole che il presidente della Giunta regionale lombarda Roberto Maroni ha voluto rivolgere all'Aula consiliare riunita in occasione della prima seduta della decima legislatura che si è svolta ieri.  Parlando proprio in termini di concretezza, il presidente Maroni ha annunciato ai consiglieri alcune scadenze importanti. La prima scadenza è l'incontro in programma proprio questa mattina e di cui abbiamo appena dato conto, con le parti sociali a Palazzo Lombardia, sul tema del lavoro e della crisi: all'incontro Maroni ha invitato "i capigruppo dei Gruppi presenti in Consiglio o chi i capigruppo vorranno designare" proprio nell'ottica di una piena "collaborazione con il Consiglio".

Oltre 2 milioni di euro (di cui uno messo in campo da Regione Lombardia) a disposizione degli under 35 lombardi, per favorire la nascita di nuove imprese e promuovere opportunità di impiego per disoccupati, cassaintegrati e iscritti alle liste di mobilità. È questo, in sintesi, l'obiettivo del progetto 'Start 2013', finanziato anche da Regione Lombardia (Assessorato allo Sport e Politiche per i giovani). Il progetto è frutto di un accordo fra Regione Lombardia, Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù, Comune e Camera di Commercio di Milano e Unioncamere. "Tra gli obiettivi del progetto - sottolinea l'assessore regionale allo Sport e Politiche per i giovani Antonio Rossi - c'è quello di aiutare i giovani a inserirsi nel mondo del lavoro, supportando le piccole e medie imprese lombarde con meno di quattro anni o con più di quattro anni ma operanti in settori come moda, design, green economy e digitalizzazione. Per questi settori dovranno essere fatte nuove assunzioni o dovrà essere fatta la stabilizzazione del personale precario grazie ad appositi voucher, che andranno dagli 8.000 fino ai 10.000 euro. Inoltre, verranno attivati seminari rivolti ai giovani occupati/stabilizzati, con lo scopo di presentare i principali aspetti delle organizzazioni aziendali e della contrattualista del lavoro".

Per i vini lombardi il 2012 si è chiuso con una crescita delle esportazioni dell'11%. E' il dato diffuso in occasione della presentazione del do del lavoro, supportando le piccole e medie imprese lombarde con meno di quattro anni o con più di quattro anni ma operanti in settori come moda, design, green economy e digitalizzazione. Per questi settori dovranno essere fatte nuove assunzioni o dovrà essere fatta la stabilizzazione del personale precario grazie ad appositi voucher, che andranno dagli 8.000 fino ai 10.000 euro. Inoltre, verranno attivati seminari rivolti ai giovani occupati/stabilizzati, con lo scopo di presentare i principali aspetti delle organizzazioni aziendali e della contrattualista del lavoro".

Per i vini lombardi il 2012 si è chiuso con una crescita delle esportazioni dell'11%. E' il dato diffuso in occasione della presentazione del padiglione lombardo al Vinitaly, a Verona dal 7 al 10 aprile... L'assessore all'Agricoltura, Gianni Fava...

- audio -

È tutto, grazie per l’ascolto