Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia


Abolire i ticket sanitari in Lombardia resta uno degli obiettivi della legislatura per il presidente della Regione Roberto Maroni. Lo ha confermato lo stesso governatore, spiegando che è però diventato un impegno rilevante dal punto di vista finanziario a causa del taglio di 350 milioni per la Regione Lombardia nella Legge di Stabilità. "Purtroppo il taglio c'è e dovremo valutare in questi giorni in Consiglio regionale come procedere, ma certamente non ci sarà alcun aumento della pressione fiscale, né diminuzione delle risorse per il sostegno del welfare e dalla sanità", così ha dichiarato il governatore Maroni. Sentiamolo.

-    Audio -

"Mi preme sottolineare l'importanza della costituenda Macroregione Alpina quale primo esempio di spontanea aggregazione tra regioni europee partita dal basso, cioè dai Governi regionali". Lo ha detto Ugo Parolo Sottosegretario di Regione Lombardia con le deleghe ai Rapporti Istituzioni regionali, Attuazione del Programma, Politiche per la Montagna e Programmazione negoziata, in previsione della sessione comunitaria del prossimo 5 novembre 2013. "Il 18 ottobre scorso - ha proseguito Parolo -  le oltre 40 Regioni a confine con l'Arco alpino e i rispettivi Stati interessati, hanno dato avvio alla procedura che si concluderà il prossimo dicembre al Consiglio d'Europa. Regione Lombardia ha assunto il ruolo di coordinamento tra le Regioni italiane e nel 2014 verrà scritto  il Piano di Azione con le nuove procedure e modalità di utilizzo dei Fondi Comunitari 2014/2020".


Ripartiti i lavori nel cantiere della Arcisate-Stabio e anche il presidente del Canton Ticino Paolo Beltraminelli si dichiara soddisfatto. L'Assessore alle infrastrutture e trasporti della Regione Lombardia Maurizio Del Tenno ha presentato ai delegati del governo ticinese il cronoprogramma dei lavori che verranno effettuati nei prossimi mesi sulla linea ferroviaria che collegherà Mendrisio a Varese. Resta da risolvere il problema dello stoccaggio delle rocce da scarico provenienti dallo scavo che contengono arsenico, ma l'assessore Del Tenno spera ancora di portare i lavori a conclusione entro la chiusura dell'Expo del 2015. “Sono consapevole che l'Italia arriverà in ritardo di qualche mese rispetto alla Svizzera, che ha già quasi concluso i lavori al di là del confine – ha commentato Del Tenno – ma Regione Lombardia, che pure non ha alcun potere pratico su quest'opera, sta facendo il possibile coordinando un tavolo settimanale tra RFI e l'impresa che effettua i lavori perché questi procedano spediti”. Sentiamo ai nostri microfoni l'assessore Del Tenno.

-    Audio –

La competitività delle stalle italiane passa dalle nuove metodiche che il mondo scientifico ha messo a  disposizione degli allevatori. Un'area che vede nella struttura LGS Laboratorio genetica e servizi di Cremona uno dei punti di riferimento nazionali per quanto riguarda le valutazioni genomiche del bestiame. Una struttura che appartiene, unico caso al mondo, ad una associazione allevatori e che è situata nel cuore della Lombardia, area di punta della zootecnia a livello internazionale. Un'eccellenza purtroppo toccata dalla spending review, che la Regione Lombardia e l'Associazione italiana allevatori (Aia) vogliono però preservare e rilanciare, dimostrando una reale unità di intenti.

È tutto, grazie per l’ascolto