Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

"La notizia è che, grazie all'applicazione immediata dei costi standard, già a partire da questi ultimi due mesi del 2013, come Regione Lombardia abbiamo risorse aggiuntive per circa 40-50 milioni di euro, risorse che abbiamo deciso di utilizzare per la riduzione dei ticket". Lo ha spiegato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni nella conferenza stampa dopo la seduta della Giunta regionale, a Palazzo Lombardia.

-    Audio –

La ludopatia in Lombardia ha raggiunto da tempo livelli preoccupanti, come dimostrano i 1700 euro pro capite giocati in regione, con la media più alta registrata nella provincia di Pavia (2.125 euro a cittadino), seguita da quelle di Como e Bergamo. E proprio a Pavia nel pomeriggio di ieri  la Regione ha presentato la Legge regionale sul contrasto al gioco d’azzardo patologico, approvata all’unanimità dal Consiglio regionale lo scorso 15 ottobre. Presenti nella Sala Consiliare di Palazzo Mezzabarba, sede del Comune, il governatore lombardo, Roberto Maroni, accompagnato dagli assessori Viviana Beccalossi (Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo), Simona Bordonali (Sicurezza, Protezione Civile e Immigrazione), Cristina Cantù (Famiglia, Solidarietà sociale e Volontariato) e Mario Melazzini (Attività Produttive, Ricerca e Innovazione). "Abbiamo scelto di venire qui a Pavia - ha detto Beccalossi - perché questa è diventata la città simbolo della ludopatia anche per la forte reazione avuta dalla società civile e dal territorio per contrastare questo fenomeno. Questa legge - ha proseguito l’assessore - ha l'obiettivo di limitare danni enormi per la società, perché la ludopatia è una dipendenza esattamente come l'alcolismo o la tossicodipendenza ed è segnalata in aumento anche tra i più giovani” Sentiamo Beccalossi

-    Audio -

 Un importante punto di svolta per porre rimedio al problema delle esondazioni che periodicamente interessa, con gravi conseguenze, l'area del Nord Milano". È quanto emerso dalla riunione del Collegio di vigilanza dell'Accordo per la salvaguardia e la riqualificazione dei corsi d'acqua dell'area metropolitana milanese, tenutosi a Palazzo Lombardia. Gli assessori competenti Viviana Beccalossi (Regione Lombardia), Pierfrancesco Maran (Comune di Milano) e Cristina Stancari (Provincia di Milano) hanno fatto il punto su tutti gli interventi in fase di attuazione e da attuare, per permettere la salvaguardia del territorio milanese, anche in funzione dello svolgimento di Expo 2015. Ha chiesto chiarezza e tempi rapidi l'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno, arrivando sul luogo dell'incidente ferroviario accaduto ieri fra Ambivere e Cisano Bergamasco, nel territorio del Comune di Pontida (Bergamo), in attesa che il magistrato di turno si pronunci sulle cause reali. "Vogliamo sapere quello che è avvenuto non solo per le famiglie - ha detto Del Tenno - ma anche per la sicurezza di tutto il trasporto lombardo. In questi momenti prevalgono il dolore per la tragica scomparsa di padre e figlio e la rabbia per un incidente fatale. Il nostro impegno è quello di avere risposte in tempi stretti".

"Regione Lombardia, come diciamo sempre il presidente Roberto Maroni e io, considera la cultura una leva di crescita e sviluppo dei territori e continua a investire nel settore nonostante i pesantissimi tagli effettuati dal Governo nella Legge di stabilità". L'ha detto l'assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia Cristina Cappellini intervenendo al convegno di 'Ardesis festival', giunto alla sua decima edizione."La valorizzazione del patrimonio immateriale di cui la liuteria di Cremona è un bellissimo esempio - ha detto l'assessore - è un obiettivo che ho subito perseguito come assessore di Regione Lombardia e come rappresentante della provincia di Cremona".

È tutto, grazie per l’ascolto