Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia
"Siamo la prima regione in europa ad aver provato a creare un sistema tecnologicamente avanzato che provi a condizionare le tendenze in termini di cibo". Così l'assessore regionale all'agricoltura Gianni Fava ha presentato Foodcast, un progetto creato da 22 giovani scienziati di 4 delle migliori università italiane e sostenuto da Regione Lombardia e dal Ministero per le politiche agricole, che studia le possibili soluzioni nella pianificazione e gestione delle risorse alimentari, sia a livello locale che globale. Tra gli aspetti più interessanti di Foodcast c'è l'indice di sostenibilità del cibo, un parametro che indica ai consumatori il costo in termini ambientali di ciascun cibo che mettiamo in tavola. Ai nostri microfoni l'assessore Gianni Fava.
-    Audio –
"Nella legge di Stabilità  lo Stato assegna teoricamente alle Regioni 250 milioni per la non

autosufficienza e 300 milioni per il rinnovo di bus e materiale rotabile. Poi però effettua tagli di trasferimenti alle Regioni per 560 milioni: meglio dire che il Fondo per la non autosufficienza non esiste così come quello per il Trasporto pubblico locale": a dirlo è Massimo Garavaglia, assessore in Lombardia al Bilancio e coordinatore degli assessori al Bilancio della Conferenza delle Regioni. Di qui la richiesta di incontro delle Regioni al Governo e la volontà  di non dare, oggi, il parere sulla legge di Stabilità .  A tutto questo si aggiunge un inasprimento del Patto di stabilità  che alle Regioni è costato, ricorda Garavaglia, 1 miliardo: 300 milioni a carico di quelle speciali e 700 milioni a carico di quelle ordinarie.

Entro il 15 novembre verrà convocato il Sotto-tavolo Infrastrutture Expo, per ridefinire le priorità tra le opere che dovranno essere necessariamente realizzate entro l'Esposizione universale del 2015, e quali invece verranno rimandate dopo l'Expo. Entro il 15 novembre inoltre il Ministero dell'Ambiente dovrà dare una risposta anche riguardo l'autorizzazione per il collegamento Rho-Monza. Questo ha spiegato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, al termine della riunione del 'Tavolo Expo', convocato da Palazzo Lombardia e al quale hanno partecipato, fra gli altri, i ministri delle Infrastrutture e Trasporti Maurizio Lupi e dell'Ambiente Andrea Orlando, il sottosegretario all'Expo Maurizio Martina, il commissario unico Giuseppe Sala e il vice sindaco di Milano Ada Lucia De Cesaris. Annunciata dal presidente Maroni anche la proposta dl Governo di istituire il 'Fondo unico per le opere infrastrutturali Expo', che consente di guardare con ottimismo alla realizzazione delle infrastrutture in programma, prime tra tutte le linea 5 della metropolitana, la Brebemi e il nodo ferroviario Forlanini. Sentiamo Roberto Maroni

-    Audio –

"Il punto di partenza è un concetto semplice: il superamento di una visione distorta del rapporto tra economia e ambiente". Così l'assessore all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile di Regione Lombardia Claudia Maria Terzi durante il suo intervento alla tavola rotonda sul tema 'Le Regioni e i Comuni per un green new deal', nell'ambito della seconda edizione de 'Gli stati generali della green economy'. "Per essere più 'green', più sostenibili- ha spiegato Terzi - non dobbiamo spendere di più, dobbiamo spendere diversamente. Orientando la domanda delle Amministrazioni pubbliche verso acquisti verdi mettiamo in moto o comunque contribuiamo a rafforzare un processo di innovazione che ricade poi positivamente anche sul resto del sistema economico".

Gli assessori di Regione Lombardia Cristina Cappellini (Culture, Identità e Autonomie) e Antonio Rossi (Sport e Politiche per i giovani) si recano oggi  in visita nella provincia di Lecco, nell'ambito del progetto di Assessorato itinerante 'Culture in cammino', finalizzato al recupero e alla valorizzazione del patrimonio culturale lombardo. L'assessore Cappellini, per l'occasione, presenterà le iniziative regionali per la provincia di Lecco a cominciare dalla valorizzazione dei luoghi e dei percorsi di fede che la caratterizzano.

È tutto, grazie per l’ascolto