Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

"Qui non cambia niente. Abbiamo un programma da rispettare, sul quale le forze di maggioranza sono impegnate e quindi non ci sono novità per quanto riguarda l'azione della Giunta regionale lombarda". Lo ha detto, questa mattina, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, rispondendo alle domande dei cronisti prima di partecipare a un incontro con gli studenti delle classi quarta e quinta di licei di Bergamo, della Repubblica Ceca e dell'Ungheria, in visita in Regione nell'ambito della manifestazione 'Giovani idee'. Il governatore, sollecitato sui temi politici di attualità, ha ribadito che in Lombardia non c'è alcuna ipotesi di 'rimpasto' in discussione. "Come ho già detto altre volte - ha affermato - abbiamo già pensato di fare una verifica dell'azione della Giunta dopo un anno di attività, cioè il prossimo marzo. Fino ad allora continueremo il nostro lavoro come previsto nel programma".

"A poche settimane dalla delibera con cui la Giunta regionale ha messo a disposizione 2,9 milioni di euro per finanziare opere per la messa in sicurezza del territorio bresciano, entriamo ora nella fase operativa, che consentirà agli Enti attuatori di avviare l'iter progettuale e permettere una veloce realizzazione delle opere stesse".  Lo ha detto l'assessore al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo di Regione Lombardia Viviana Beccalossi, che, oggi, nella Sede territoriale di Regione Lombardia a Brescia, ha firmato 11 convenzioni con altrettanti soggetti attuatori degli interventi, individuati tra i Comuni interessati dalle opere e le Comunità Montane Valle Trompia e Valle Camonica.
 "Con la firma delle convenzioni - ha aggiunto Viviana Beccalossi - parte la fase progettuale vera e propria, cui seguiranno gli iter previsti, per arrivare alla fase d'appalto. Contestualmente, Regione Lombardia erogherà a ogni singolo progetto il 10 per cento dei finanziamenti spettanti, proprio per favorire l'avvio delle procedure. Da questo punto di vista il territorio bresciano, che riceve un'importante parte dei 16,7 milioni stanziati su tutta la Lombardia, ha dimostrato efficienza e unità d'intenti".

Gli assessori regionali Mario Melazzini (Attività produttive, Ricerca e Innovazione) e Massimo Garavaglia (Economia, Crescita e Semplificazione) hanno visitato stamattina l'azienda DG Mosaic di Dino e Giovanna Radice, che ha sede a Marcallo con Casone (Milano).
 "L'azienda visitata oggi - ha detto Melazzini - rappresenta un connubio tra creatività e innovazione che merita di essere promosso in tutto il mondo. Nel nostro territorio sono presenti eccellenze uniche, che, come Istituzioni, abbiamo il dovere di sostenere e valorizzare, anche in vista di Expo 2015, con l'obiettivo di favorire positive ricadute sul tessuto economico e produttivo sia regionale, sia nazionale e internazionale".  "Abbiamo visitato - ha dichiarato Garavaglia - un'eccellenza lombarda: design, creatività e innovazione, che si traducono in esportazione e sviluppo. Un esempio da seguire e sostenere. La Regione è al fianco dei nostri imprenditori".

"L'Europa l'anno prossimo si rinnoverà. Si voterà per il Parlamento europeo e per il rinnovo del Governo europeo: questa sarà un'occasione importante per investire nel futuro e portare a un rinnovamento delle nostre istituzioni europee. L'Europa è il nostro futuro e tutti noi, rappresentanti delle istituzioni e cittadini, dobbiamo contribuire per renderla più efficiente, democratica e capace di rispondere ai problemi dei cittadini". Lo ha spiegato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, incontrando, a Palazzo Lombardia, gli studenti delle classi quarta e quinta dei licei di Bergamo e dei coetanei dei licei della Polonia, Repubblica Ceca e dell'Ungheria in visita in questi giorni in Lombardia nell'ambito della manifestazione 'Giovani idee'.

"Tutti noi - ha precisato il presidente - abbiamo il compito di rinnovare le Istituzioni e garantire un nuovo Governo, per avere un'Europa più unita, più forte e più efficiente nel dare risposte ai cittadini. Oggi non è così, l'Europa non garantisce risposte soddisfacenti e il sentimento diffuso di critica verso l'Europa è giustificato, ma non deve toglierci l'ambizione di creare un'Europa più unita e più vicina ai cittadini: non dobbiamo rinunciare a questa ambizione". "E da queste vostre iniziative - ha sottolineato Maroni, rivolgendosi ai giovani bergamaschi e dell'Est europeo impegnati in 'Giovani idee' -  arrivano a noi, rappresentanti delle Istituzioni, le stimolazioni e le motivazioni a dare attuazione a questo grande progetto di un'Europa più unita ed efficiente".

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni incontrerà mercoledì pomeriggio il nuovo proprietario dell'Inter Erick Thohir. Lo ha annunciato lo stesso Maroni, che ha fissato l'incontro per valutare l'interesse della rinnovata gestione del club di calcio alla costruzione di un nuovo stadio per Milano. L'incontro avverrà prima della data del 22 novembre, quando ci sarà l'assemblea di Arexpo, convocata per discutere del dopo Expo. Sentiamo il presidente Maroni.

-    Audio -

L'assessore regionale all'Agricoltura Gianni Fava conferma la riorganizzazione del sistema dei Gal. Con l'obiettivo rispondere in maniera più efficace alle esigenze dei territori e del sistema agricolo regionale. Lo ha ribadito oggi, nel corso di un incontro sul futuro assetto delle strutture territoriali deputate allo sviluppo del territorio e al rilancio dell'economia nelle zone rurali. Nei piani dell'Assessorato i Gal dovranno passare dagli attuali 16 a 10. Fondamentale nella riorganizzazione il tema della razionalizzazione delle risorse destinate e l'omogeneità nella "vocazione" dei territori, che, dalla pianura alla montagna, hanno progettualità ed esigenze differenti.

È tutto, grazie per l’ascolto