Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Il ticket Milano-Roma per le Olimpiadi del 2024 non è possibile. Il presidente del Coni Giovanni Malagò lo ha escluso, perché “la carta non lo prevede”. Lo ha dichiarato all'incontro che si è tenuto a Milano tra il sindaco Pisapia, il presidente della Regione Roberto Maroni e lo stesso Malagò, proprio per discutere della possibilità di candidare una città italiana ai giochi olimpici del 2024. Questa impossibilità di presentare due città in tandem, e lo stato finanziario del Comune di Roma, lanciano - secondo il governatore Maroni – la candidatura della città di Milano. Sentiamo Maroni ai nostri microfoni

-    Audio -

"Lo sport e lo studio vogliono dire impegno, sacrificio e costanza e quindi vanno di pari passo nella crescita e nella formazione delle persone". L'ha detto l'assessore allo Sport e Politiche per i giovani di Regione Lombardia Antonio Rossi, intervenendo alla cerimonia di premiazione del concorso 'L'atleta più brava a scuola' promosso dal Gruppo Bracco. Una premiazione alla presenza della presidente Diana Bracco e dei presidenti nazionali e regionali del Coni, Giovanni Malagò e Pierluigi Marzorati. "Premiare le donne - ha continuato l'assessore - è doveroso, anche perché, ultimamente, sono proprio le ragazze a darci le maggiori soddisfazioni e vedere queste giovani brave sia a scuola sia nello sport è una gioia. Oggi registriamo, infatti, un tasso di 70 donne impegnate nell'attività motoria a fronte di 100 uomini, a conferma di un dato in crescita"

"E' una scelta degna di un Paese civile". Viviana Beccalossi, assessore al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo di Regione Lombardia, indicata dal presidente Maroni come responsabile per la formulazione della legge mirata a contrastare il gioco d'azzardo incontrollato e sostenere progetti di prevenzione verso il fenomeno della ludopatia, parte da questa considerazione per commentare l'approvazione, da parte della Commissione consiliare Attività produttive, del Progetto di legge che il 15 ottobre verrà discusso in Aula. "Un lavoro importante e condiviso - prosegue l'assessore Beccalossi -. La politica e le istituzioni, su un tema così delicato, hanno dimostrato che, per il bene della collettività, si possono trovare soluzioni univoche, al di là delle appartenenze partitiche. Così come è stata opinione comune ritenere che uno Stato civile e democratico non può e non deve far quadrare i propri conti sulle disgrazie e sulla disperazione dei suoi cittadini". Nel ringraziare tutti i consiglieri regionali che hanno preso parte ai lavori, Viviana Beccalossi ha auspicato che, "una volta licenziata dall'Aula, questa legge diventi un punto di riferimento anche per il Governo centrale e che slot machine e videopoker non siano più macchine delle illusioni che mandano in rovina migliaia di famiglie italiane".

"Giovedì 10 ottobre Regione Lombardia ricorderà il grande maestro Verdi aprendo Palazzo Lombardia ai Milanesi e ai Lombardi con una rassegna di arie tratte dalle sue opere cantate dalle voci della Civica Scuola di Musica di Milano presso l'Auditorium Testori, con esibizioni previste alle ore 17, 19 e 21". Lo ha anticipato l'assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia Cristina Cappellini, che sta organizzando questa giornata fortemente voluta dal presidente Maroni per il bicentenario della nascita del maestro Giuseppe Verdi. "Per tutta la giornata - ha anticipato ancora l'assessore - è prevista anche una programmazione di opere e musiche di Verdi per la filodiffusione in piazza Città di Lombardia". "A partire dalle 18 e fino alle 23, inoltre, - ha concluso il responsabile delle Culture lombarde - vi sarà poi l'apertura straordinaria del 39° piano, in cui sarà possibile ammirare buona parte della nostra splendida regione da una prospettiva straordinaria, con un sottofondo verdiano".

È tutto, grazie per l’ascolto