Bentrovaiti al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

“Expo è una grande opportunità per la Lombardia e non solo, abbiamo tante bellezze da far scoprire. Con questo scopo abbiamo creato Explora, la società che si occuperà di valorizzare i nostri territori durante i sei mesi di Expo, ma anche per il dopo Expo”. Lo ha detto il presidente della regione Lombardia Roberto Maroni partecipando all'incontro organizzato nei giorni scorsi a Milano per presentare l'evento di Expo 2015 ai tour operator. Sentiamo le parole del presidente Maroni

-    Audio -

"Lo sport e lo studio vogliono dire impegno, sacrificio e costanza e quindi vanno di pari passo nella crescita e nella formazione delle persone". L'ha detto l'assessore allo Sport e Politiche per i giovani di Regione Lombardia Antonio Rossi, intervenendo alla cerimonia di premiazione del concorso 'L'atleta più brava a scuola' promosso dal Gruppo Bracco. Una premiazione alla presenza della presidente Diana Bracco e dei presidenti nazionali e regionali del Coni, Giovanni Malagò e Pierluigi Marzorati. "Premiare le donne - ha continuato l'assessore - è doveroso, anche perché, ultimamente, sono proprio le ragazze a darci le maggiori soddisfazioni e vedere queste giovani brave sia a scuola sia nello sport è una gioia. Oggi registriamo, infatti, un tasso di 70 donne impegnate nell'attività motoria a fronte di 100 uomini, a conferma di un dato in crescita". "Regione Lombardia - ha aggiunto l'assessore - crede nello sport e nella sua diffusione a scuola e lo ha fatto approvando un Accordo di programma che ha una dotazione finanziaria di 20 milioni di euro e che coinvolge l'Ufficio scolastico regionale e il Coni, per sostenere, nel triennio, azioni di promozione dello sport all'interno della scuola".

Occorre riequilibrare il rapporto, fino a oggi difficile, tra aree protette e agricoltura. Questo secondo l'assessore regionale all'Agricoltura Gianni Fava, riferendosi in partolare al caso del Parco del Ticino in occasione della presentazione degli ultimi dati relativi al suo patrimonio faunistico. È necessario – secondo Fava - ripensare il modello delle aree protette, che deve essere anche sostenibile dal punto di vista economico. Può essere importante allora, sempre secondo l'assessore Fava, ridare spazio all'agricoltura, perché tutela dell'ambiente e agricoltura devono andare di pari passio e non essere visti come antagonisti. Sentiamo le parole di Gianni Fava

-    Audio -

E sempre  l’assessore  Fava esprime soddisfazione per la proposta di legge depositata dai deputati Guido Guidesi e Roberto Caon, con la quale chiedono la sostituzione di Agea, l'Agenzia per le erogazioni in agricoltura, per sostituirla con un'agenzia interregionale. "Ringrazio l'onorevole Guidesi, che si è fatto portavoce di quanto a più riprese ho esternato - afferma l'assessore Fava -, proponendo una riforma a costo zero per la collettività, in grado di rispondere con maggiore efficacia alle esigenze dei territori agricoli italiani".

 L'assessore Fava pone inoltre l'accento sull'esigenza di rendere più fluidi i processi decisionali e gestionali delle risorse comunitarie. "Una nuova agenzia basata su dipartimenti interregionali - assicura Fava - darebbe risposte più efficaci in termini di omogeneità del territorio e delle produzioni, riconoscendo le specificità, le condizioni socio-economiche della popolazione, le caratteristiche delle diverse aree". Grande apprezzamento anche per la soluzione avanzata da Guidesi e Caon sul destino di Agea. "Metterla in liquidazione e chiudere una fonte di spesa eccessiva e un apparato elefantiaco" conclude Fava.

"E' una scelta degna di un Paese civile". Viviana Beccalossi, assessore al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo di Regione Lombardia, indicata dal presidente Maroni come responsabile per la formulazione della legge mirataa contrastare il gioco d'azzardo incontrollato e sostenere progetti di prevenzione verso il fenomeno della ludopatia, parte da questa considerazione per commentare l'approvazione, da parte della Commissione consiliare Attività produttive, del Progetto di legge che il 15 ottobre verrà discusso in aula.   "Un lavoro importante e condiviso - prosegue l'assessore Beccalossi -. La politica e le istituzioni, su un tema così delicato, hanno dimostrato che, per il bene della collettività, si possono trovare soluzioni univoche, al di là delle appartenenze partitiche. Così come è stata opinione comune ritenere che uno Stato civile e democratico non può e non deve far quadrare i propri conti sulle disgrazie e sulla disperazione dei suoi cittadini".  Tra i punti cardine della legge ci sono azioni socio-sanitarie in tema di ludopatia; interventi sulla prevenzione; formazione obbligatoria per i gestori; restrizioni sulle distanze delle sale gioco (500 metri) da scuole, chiese, luoghi d'aggregazione e anche dai 'Compro oro'; contributo etico per i locali dove si pratica il gioco; controlli rigorosi in materia di sicurezza.

È tutto, grazie per l’ascolto