Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Ci sarà Pippo Inzaghi, attuale allenatore della Primavera del Milan, campione del Mondo in Germania nel 2006, questo pomeriggio in piazza Città di Lombardia, a partire dalle ore 16, ad arricchire l'arena olimpica, la cittadella dello sport che diventerà la sede della Regione Lombardia in occasione della manifestazione 'Sport&Talent'. Alla premiazione parteciperanno il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni e l'assessore allo Sport e Politiche per i giovani Antonio Rossi.  Inzaghi si unirà agli olimpionici degli ultimi Giochi invernali di Vancouver 2010 e a quelli di Londra 2012 per premiare i 124 giovani, tra i 12 e i 18 anni, selezionati dalle Federazioni su richiesta di Regione Lombardia. Così l’assessore Rossi

(AUDIO)

Educazione, formazione, meccanismi premiali per chi attua volontariamente piani di sicurezza e controlli efficaci, nel contesto di un sistema integrato e trasversale di interventi. Sono questi alcuni dei punti principali dell'impegno di Regione Lombardia sul tema della sicurezza sui luoghi di lavoro, ricordati dall'assessore all'Istruzione, Formazione e Lavoro Valentina Aprea, in occasione della 63esima Giornata Nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro. L'assessore Aprea ha partecipato alle cerimonie organizzate a Besnate (Va). "Regione Lombardia - ha dichiarato l'assessore Aprea - è molto attenta e impegnata sul fronte della sicurezza sul lavoro, in stretto raccordo con le parti sociali, i sindacati, il mondo dell'economia e dell'impresa e le istituzioni preposte all'attuazione e alla vigilanza della normativa in materia di tutela del lavoratore, con cui è stato sottoscritto un Protocollo d'Intesa per dare attuazione al 'Piano regionale per la promozione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro'".

"Il messaggio di Expo 2015 è "Energia per la vita, nutrire il pianeta": ma non di solo cibo vive l'uomo. L'uomo ha bisogno anche di nutrimento spirituale e culturale, e solo se riesce ad alimentare bene lo spirito e la propria interiorità può ambire a costruire un futuro migliore. Ecco pertanto che momenti e celebrazioni come queste con il loro messaggio e il loro grande significato storico, culturale e religioso, ben si sposano con l'esposizione universale milanese del 2015". Lo ha detto ieri Fabrizio Sala sottosegretario alla giunta regionale con delega all'Expo partecipando al trittico di appuntamenti organizzati in occasione del centenario dell'ultima ascensione di Achille Ratti sulle Grigne.

"Il tartufo è l'elemento aggregante attorno al quale far crescere un progetto di territorio. Come assessore regionale all'Agricoltura mi impegnerò affinché sia implementata  la tendenza a gestire nel migliore dei modi le tartufaie. E grazie a manifestazioni nuove come Tuber Food possiamo rilanciare l'economia locale attorno ad un elemento simbolico, che ha una forte valenza identitaria". Lo ha dichiarato l'assessore all'Agricoltura di Regione Lombardia Gianni Fava sabato, intervenendo al convegno su 'Tartuficoltura e sua aggregazione del territorio' a Borgofranco sul Po (Mantova). L'agricoltura, per l'assessore Fava, "è un veicolo di promozione del territorio e, soprattutto in vista dell'Expo, dovrà essere un traino delle tipicità lombarde e del sistema lombardo".

Ventiquattro nuovi alloggi di edilizia residenziale pubblica da destinare alle famiglie più bisognose. Li hanno consegnati e inaugurati in via Toti a Lecco, gli assessori Paola Bulbarelli (Casa, Housing sociale e Pari opportunità) e Antonio Rossi (Sport e Politiche per i giovani) alla presenze delle autorità cittadine.  L'assessore Bulbarelli ha spiegato che il progetto è stato realizzato grazie anche al milione e mezzo di euro destinato nel 2009 alla Lombardia dal "Piano Nazionale di Edilizia abitativa" che incentivava azioni di recupero e di ristrutturazione.  "Lo scorso aprile - ha continuato  Bulbarelli – abbiamo consegnato 36 appartamenti, e a breve ne daremo altri 12, ciononostante non possiamo fermarci perché la domanda abitativa in affitto oggi continua ad essere molto alta e non riguarda più solo le fasce sociali più deboli, ma interessa anche quelle famiglie che prima potevano permettersi di pagare un affitto sul libero mercato o di pagare un mutuo".

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.