Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni, si trova oggi a Stoccarda con gli assessori Fava (Agricoltura) e Cappellini (Cultura) per assumere la presidente dei “Quattro motori d’Europa”, le regioni trainanti del continente che con la Lombardia, vede il tedesco Baden-Wuettemberg, la francese Rhone-Alpes e la spagnola Catalogna.

Risposte immediate, concrete e puntuali, realizzate nel quadro di una politica tesa a mantenere la Lombardia al vertice delle classifiche in fatto di eccellenze nel sistema socio-sanitario. Il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni è intervenuto ieri pomeriggio al terzo convegno nazionale 'La persona down, visioni nuove e utopie possibili', in corso all'Università degli studi dell'Insubria di Varese. Il governatore ha ricordato alcune delle ultime iniziative della Giunta in materia di politiche sociali, come il protocollo d'intesa firmato con l'Unione delle Province lombarde, attraverso il quale Palazzo Lombardia ha stanziato 10 milioni di euro per il trasporto a scuola dei ragazzi disabili. Un altro intervento importante, ha proseguito il presidente, è stata l'istituzione del fondo regionale a sostegno della famiglia e dei suoi componenti deboli, adottato con la delibera del 14 maggio scorso, "che ha messo subito a disposizione 50 milioni di euro, 30 dei quali trasferiti alle Asl. Cifra che potrà essere integrata con nuovi stanziamenti in corso d'opera qualora ci rendessimo conto di ulteriori necessità".

"Eliminare le Province aumenterebbe i costi per la collettività e renderebbe impossibile il governo del territorio in Regione Lombardia, perché 1400 Comuni lombardi non possono avere come unico riferimento la Regione, per questo occorre un livello di governo intermedio tra i Comuni e la Regione". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni a margine del convegno dell'Unione Province Italiane che si è svolto a Milano presso la sede della provincia. Sentiamolo ai nostri microfoni

(AUDIO)

Grande esercitazione sul rischio sismico, che coinvolgerà i territori provinciali di Bergamo, Brescia e Cremona domani e poi il 19 e 20 ottobre. "A Brescia saranno circa 400 le donne e gli uomini attivi – ha spiegato l'assessore alla sicurezza Simona Bordonali - e, tra venerdì e sabato, saranno evacuate 14 scuole, per un totale di oltre 2000 studenti. Il coinvolgimento dei giovani è una priorità, perché è fondamentale sensibilizzare le generazioni future alla sicurezza ed educare in merito alle procedure da seguire". In totale saranno oltre mille le persone coinvolte nell’esercitazione.

"L'operazione di Poste italiane, che per la seconda volta, a  distanza di un anno e mezzo, ha deciso di lanciare una seconda serie di francobolli dedicati alle eccellenze enoiche del territorio italiano, assegna ulteriore valore al vino italiano. Molto positiva la presenza di due vini lombardi, lo Sforzato di Valtellina e l'Oltrepò Pavese Metodo Classico, due fra le molte eccellenze del territorio regionale".Così dichiara l'assessore all'Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava, alla vigilia della presentazione della nuova serie di francobolli, che saranno emessi ufficialmente domani.

L'assessore all'Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia Valentina Aprea interviene questo pomeriggio al convegno 'Lo sviluppo dei Talenti per la crescita' organizzato nell'ambito di   'ExpoTraining', fiera nazionale della formazione che si svolge a Fiera Milano Rho.  Parteciperanno ai lavori Francesco de Sanctis, direttore generale Ufficio scolastico regionale della Lombardia, Stefano Scabbio, presidente e amministratore delegato ManpowerGroup Italia e Iberia, e Carlo Barberis, presidente 'ExpoTraining'.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.