Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Una grande alleanza per cancellare la burocrazia e togliere così una delle 'zavorre' che più pesa sulla competitività delle imprese lombarde. L'ha proposta il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni intervenendo ieri, a Legnano (Milano), all'assemblea di Confindustria dell'Alto Milanese. Ricordando che già uno degli ultimi provvedimenti adottati dalla Giunta, quello che ha stanziato 30 milioni per le Start up innovative, "è già 'a burocrazia zero'", il governatore ha chiesto agli imprenditori di contribuire al suo progetto, teso a ridurre il più possibile, fino a cancellarli, gli adempimenti di spettanza regionale che gravano sul mondo produttivo. E' anche grazie all'impegno di Regione Lombardia, in sinergia con il Comune di Milano, che la stagione 2013/2014 del Teatro degli Arcimboldi potrà aprirsi con la rappresentazione dell'Otello di Verdi, il 29 e 30 ottobre prossimi. Un ulteriore omaggio al Maestro di Busseto nel bicentenario della sua nascita. Lo spettacolo è già stato rappresentato in altri teatri del circuito lirico lombardo, a Como, Cremona, Pavia e Brescia. Ai nostri microfoni l'assessore alle culture identità e autonomie Cristina Cappellini

(AUDIO)

Il vice presidente e assessore alla Salute di Regione Lombardia, Mario Mantovani ha fatto il punto sulla situazione carceraria in Regione. All'incontro che si è svolto a Palazzo Pirelli, con la partecipazione anche del "Comitato Stop OPG della Lombardia" e il "Forum salute mentale della Lombardia", l'assessore alla Salute ha spiegato che "con delibera di giunta è stato approvato il programma per la realizzazione di 12 strutture psichiatriche, che, in linea con le indicazioni ministeriali, ospiteranno ciascuna un massimo di 20 pazienti, e saranno articolate in camere destinate ad una o due persone e comunque fino ad un massimo di quattro ospiti nei casi di particolari esigenze". La spesa prevista è di oltre 34 milioni di euro, di cui 32 a carico dello Stato.

Lavorare per ridare un nuovo slancio all'Aeroporto di Montichiari. E' l'obiettivo che vuole perseguire la Regione Lombardia come confermato, nella serata di ieri, durante la I Commissione del Consiglio provinciale di Brescia, dall'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno. E, in quest'ottica, lo scalo di Brescia Montichiari non potrebbe che essere ad appannaggio degli scali del Nord-Ovest, che comprende Milano Malpensa, Milano Linate, Bergamo, Brescia, Torino, Cuneo, Genova, Aosta. Questi, nel 2011, hanno fatto registrare un traffico di oltre 40 milioni di passeggeri concentrati per l'88 per cento nell'area lombarda, vale a dire fra Malpensa, Linate e Bergamo Orio al Serio. In questo quadro Montichiari si trasformerebbe in un hub cargo fondamentale per il sistema. “Come Regione Lombardia riteniamo sia importante che Montichiari resti un aeroporto lombardo”, ha osservato Del Tenno, “e ritengo che Orio al Serio possa essere un ottimo motore per un'infrastruttura ad oggi sottostimata".

L'assessore regionale all'Agricoltura ha incontrato ieri i rappresentanti dell'associazione 'Alti Formaggi', realtà nata nel 2009 da alcuni consorzi, che raggruppa i consorzi di tutela dei formaggi Provolone Valpadana, Salva Cremasco e Taleggio. "Ci siamo confrontati su questioni specifiche - ha detto Fava - condividendo modalità con cui tarare l'azione di governo in vista dell'approvazione del Psr, il Piano di sviluppo rurale, affinché lo stesso contenga spunti e prospettive ad hoc, in particolare sul versante dell'internazionalizzazione e della promozione del prodotto". Un focus particolare sul tema consorzi, quindi, "che devono essere di tutela, promozione e garanzia del marchio – ha sottolineato l'assessore -, ma che devono anche occuparsi di politiche di tipo commerciale, a sostegno di prodotti che in alcuni casi hanno avuto qualche problema in termini di consumo e mercato".

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.