Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

“Chiedo che la Rai porti a Milano il gruppo di lavoro su Expo, perché l'Esposizione universale è nel capoluogo lombardo e non a Roma”. Così il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni si espresso sulla possibilità che la televisione pubblica sposti a Roma il coordinamento per Expo. Maroni chiede anche che si investa sul Centro milanese di produzione Rai, dal momento che in Lombardia ci sono tutte le professionalità necessarie e che al termine dell'Esposizione Universale ci saranno anche spazio e strutture adeguate. Sentiamo ai nostri microfoni il governatore Maroni.
-    Audio –

"Con questa delibera, 'La Lombardia per la salute', abbiamo stanziato 650 milioni di euro per il 2013 per investimenti nel settore sanitario. Voglio sottolineare che si è trattato di uno sforzo straordinario, fatto dalla Regione Lombardia, in un contesto in cui le risorse per le Regioni vengono tagliate. Con questo stanziamento di 650 milioni abbiamo compiuto un grande sforzo per ottenere un grande risultato e per garantire l'eccellenza nella sanità per i cittadini lombardi". Lo ha spiegato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, in una conferenza stampa tenutasi a Palazzo Lombardia per presentare - insieme al vice presidente e assessore alla Salute Mario Mantovani - la delibera 'La Lombardia per la salute', con cui la Giunta regionale lombarda ha stanziato 650 milioni di euro per il 2013 per investimenti nel settore sanitario. "La Legge di Stabilità in corso di esame al Senato ha tolto alla Regione Lombardia 350 milioni di euro - ha fatto notare il presidente Maroni -, per cui c'è una contrazione significativa di risorse cui dovremo far fronte, cercando di evitare una riduzione dei servizi offerti. Si tratta di una penalizzazione grave per la nostra Regione. Eppure, nonostante questo contesto sfavorevole, siamo riusciti ugualmente a dare risorse importanti al comparto sanitario lombardo, perché riteniamo che la sanità sia un settore in cui dobbiamo investire e perché vogliamo ulteriormente migliorare il nostro sistema sanitario. Vogliamo che i servizi offerti ai cittadini lombardi in tutti i settori di attività della Regione, non solo quello sanitario, abbiano lo standard più alto che ci sia, questa è l'ambizione che ci prefiggiamo e oggi, con questa delibera che stanzia questi 650 milioni per investimenti sanitari, abbiamo dato la dimostrazione concreta che questo obiettivo si può raggiungere".

"Dobbiamo aprire una moratoria della Legge Fornero per i contratti legati a Expo e propongo al Governo che tali contratti abbiano una decontribuzione e una defiscalizzazione, per lasciare più denaro in tasca ai lavoratori. Dobbiamo farlo, perché, ad esempio, la Camera di Commercio degli Stati Uniti avrà necessità di personale per la gestione dello spazio espositivo, per l'organizzazione della presenza delle aziende espositrici e del flusso dei visitatori dagli Stati Uniti e ha bisogno di questi strumenti". Lo ha detto l'assessore all'Istruzione, Formazione e Lavoro Valentina Aprea, nell'ambito della missione istituzionale a Washington, alla vigilia dell'incontro con Cheryl Oldham, vice presidente della Fondazione della Camera di Commercio degli Stati Uniti."In particolare - ha proseguito l'assessore lombardo - si affronterà il tema delle opportunità occupazionali aperte da Expo 2015. Regione Lombardia è pronta a mettere a disposizione i propri strumenti, a partire dalla nuova Dote Unica Lavoro, per facilitare l'individuazione e la qualificazione delle risorse umane necessarie".

L'assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione della Regione Lombardia Simona Bordonali ha effettuato un sopralluogo in Valle Camonica, nella zona tra Malonno e Sonico, in provincia di Brescia, interessata dall'esondazione del fiume Oglio. L'esondazione ha portato acqua, massi e detriti sulla Statale 42, temporaneamente chiusa al traffico. "Mi sono recata direttamente a Malonno, per verificare l'entità dei danni e vedere da vicino le conseguenze - ha dichiarato l'assessore Bordonali -. L'intervento di emergenza è stato efficace, grazie ai sindaci e agli operatori di Protezione civile, che hanno limitato i danni alla chiusura della Statale 42, ora riaperta a senso unico alternato". È chiaro che c'è la necessità di un intervento strutturale in Valle Camonica - ha proseguito l'assessore -, un progetto su cui esiste un piano regionale già definito e avviato. Settimana prossima ci sarà un incontro tra Comuni, Provincia e Regione, per ridefinire il cronoprogramma degli interventi anche in base a quanto accaduto stanotte. In questo momento la priorità è la messa in sicurezza del territorio di Malonno e Sonico, per evitare che ulteriori piogge possano causare altri danni".

 "Il settore dell'innovazione è strategico per l'attrazione di investimenti e di capitali. Se la Lombardia e l'Italia fanno fatica a competere con altri Paesi, europei e non solo, a causa di alcuni fattori, come il costo del lavoro o l'infrastrutturazione insufficiente, la nostra regione può e deve farlo sotto il profilo dell'innovazione e della ricerca". Lo ha detto il presidente della Regione Roberto Maroni a margine della sua visita a Smau a Fieramilano City. Il governatore, per spiegare l'impegno della Regione su questo fronte, ha preso spunto dal manifesto dell'evento fieristico: 'Scopri qui la vera innovazione: start-up, acceleratore di innovazione, agevolazioni e strumenti finanziari'. Questi, ha osservato, sono i tre capitoli: "Le imprese innovative, 'l'acceleratore', ossia la 'rete' che esiste in Lombardia e che oggi transita per Smau, e il loro finanziamento". "Quest'ultimo aspetto - ha sottolineato - è il compito della Regione Lombardia. Abbiamo già iniziato a farlo, varando una misura che sostiene le Start-up innovative e, fra le altre cose, cancella per un anno l'Irap. E' un 'sacrificio' per la Regione, perché vuol dire incassare meno gettito, ma abbiamo l'ambizione di tenere i conti in ordine, riuscendo al contempo a sostenere le imprese innovative". "Si tratta - ha ribadito - di un investimento assolutamente strategico".
È tutto, grazie per l’ascolto