Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Prende corpo la strategia di Regione Lombardia contro l’inquinamento dell’aria. Il presidente della Regione Roberto presiede nel pomeriggio a Palazzo Lombardia  i lavori per la definizione del Piano nazionale denominato 'Misure per la qualità dell'aria'. L'incontro, destinato ad affrontare il tema dell'inquinamento atmosferico nelle aree del Nord Italia, vedrà la partecipazione del ministro dell'Ambiente Andrea Orlando, dei rappresentanti delle Regioni Valle d'Aosta, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna e della Provincia autonoma di Trento. Per Regione Lombardia interverrà inoltre l'assessore all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Claudia Maria Terzi.

“Il Gran Premio di Formula Uno a Monza non si tocca. Non solo perché è il motore della Brianza, ma anche perché, in vista di Expo 2015, sarà uno dei momenti sportivi internazionali più prestigiosi, legato anche al parco e alla Villa Reale, voluti dal presidente Maroni come sede di rappresentanza nell’anno dell’Esposizione universale”. Lo ha ribadito l'assessore regionale allo Sport, Antonio Rossi, nel corso della conferenza stampa di presentazione del Gran Premio d'Italia, in programma nel fine settimana all'autodromo di Monza. Sentiamo Rossi

(AUDIO)

"La regolazione dei livelli delle acque del Lago di Garda, il più importante lago italiano, sarà affrontata da un gruppo di lavoro che, dopo quasi cinquanta anni di durata delle attuali regole, valuterà l'avvio di una revisione sperimentale delle stesse, per aggiornare le procedure tuttora in atto e dare risposte innovative e moderne, più in linea con le esigenze odierne sull'uso di una risorsa preziosa per il turismo, l'agricoltura, la navigazione, la produzione di energia". Lo ha detto l'assessore al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo di Regione Lombardia Viviana Beccalossi, commentando l'accordo sottoscritto da Regione Lombardia, Regione Veneto e Provincia autonoma di Trento, assieme ai rappresentanti di Consorzi di bonifica bresciani e mantovani e con la regia di
Aipo (Agenzia interregionale per il fiume Po).

Il vicepresidente e assessore regionale alla Salute, Mario Mantovani, è stato ascoltato stamani in giunta delle elezioni, a Palazzo Pirelli, in merito alla permanenza della sua incompatibilità di carica tra consigliere regionale e sindaco, eletto alle ultime amministrative, di Arconate, nel Milanese. L'audizione di Mantovani, durata una quindicina di minuti e a porte chiuse, come previsto dal regolamento, era stata decisa il 19 agosto scorso nell'ultima riunione dell'Ufficio di Presidenza della giunta per le elezioni. Il presidente, Roberto Bruni spiegò che la convocazione si era resa “necessaria dopo che il Consiglio comunale di Arconate, aveva votato contro il provvedimento che ne avrebbe decretato il decadimento dalla carica di sindaco". Sentiamo Mantovani all'uscita dall'audizione

(AUDIO)

"La diffusione del biogas in Lombardia impone una riflessione equilibrata, senza scadere in allarmismi che potrebbero troppo facilmente suggestionare l'opinione pubblica. Sul tema serve un approccio maturo, ma la direzione che il settore agro-energetico sta imboccando mi sembra corretta. Le linee da seguire dovranno privilegiare sempre di più l'utilizzo di reflui zootecnici, sottoprodotti e biomasse di seconda e terza generazione, per non distogliere risorse destinate alla zootecnia e non innescare pericolose speculazioni sui prezzi degli affitti e delle materie prime". L'assessore regionale all'Agricoltura della Lombardia Gianni Fava interviene così sul tema delle energie rinnovabili e annuncia che "nel prossimo Piano di sviluppo rurale 2014-2020, verrà incentivata la crescita delle agro-energie, nella misura in cui apporteranno benefici sostenibili per il sistema primario. E in quest'ottica attiveremo un dialogo a livello di Macroregione agricola del Nord, in modo da adottare linee condivise".

Ed è tutto. Grazie per l’ascolto.