Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia


A due giorni dal vertice di Palazzo Lombardia con il Ministro dell'Ambiente, Andrea Orlando, e i rappresentanti delle Regioni settentrionali, nella riunione di Giunta di ieri è stato dato il via libera all'approvazione del PRIA, il Piano Regionale degli Interventi per la qualità dell'Aria. Un piano che contiene misure strutturali nei principali settori che contribuiscono alle emissioni di inquinanti nell'atmosfera, con due focus importanti sulla combustione domestica della legna, tra i maggiori fattori inquinanti, e il traffico veicolare. Nel dettaglio si tratta di 91 misure per oltre 2 miliardi di euro di investimenti per trasporti e mobilità, fonti rinnovabili e attività agricole e forestali, con un obiettivo temporale fissato nel 2020, quando Regione Lombardia conta di poter ridurre il pm10 del 41%. “La Lombardia è la prima Regione ad adottare un Piano d'interventi coordinati per la qualità dell'aria – ha detto al termine della Giunta il governatore, Roberto Maroni – Con il PRIA la Lombardia fornisce un contributo importante al miglioramento della qualità dell'aria dell'intero Bacino Padano. Ora, però, serve un forte impegno, anche economico dello Stato e un'azione macroregionale in sinergia con le altre Regioni della Valle del Po”. Sentiamo Maroni...

-    Audio -

Le imprese con sede operativa nei Comuni di Trezzo sull'Adda, Grezzago, Trezzano Rosa e Masate, in provincia di Milano, avranno a disposizione, a partire dai prossimi giorni, una riserva di 4 milioni di euro sulla misura 'Credito Adesso', che consentirà loro di ottenere un abbattimento di 3 punti percentuali sul tasso di interesse che pagano agli istituti bancari per i prestiti. E' quanto ha deciso la Giunta di Regione Lombardia, su proposta dell'assessore alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione Mario Melazzini, per dare un sostegno alle attività produttive del Nord Milano, colpite, lo scorso 29 luglio, da una tromba d'aria, che ha danneggiato pesantemente fabbricati e attrezzature. Nello stesso provvedimento è prevista la possibilità di estendere la misura anche a imprese di altri territori vicini, interessate dalle stesse difficoltà. "Con questa decisione - spiega Melazzini - vogliamo aiutare concretamente le imprese dei Comuni della provincia di Milano, colpite dalla tromba d'aria lo scorso 29 luglio, a superare le difficoltà in cui si trovano. D'altra parte il sostegno alle imprese è in cima alle priorità di questa Giunta, come dimostrano i tanti provvedimenti già assunti. Noi parliamo con i fatti".


 “Una buona notizia che rappresenta un nuovo slancio verso l'alta formazione nel settore cinematografico”. Così l'assessore regionale alle Culture, Identità e Autonomie, Cristina Cappellini, ha commentato la pubblicazione, da parte della Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia, del nuovo bando di concorso per la quarta edizione del Corso di Cinema d'impresa per il trienno 2014-2016. Nel dettaglio, il corso vuole selezionare e formare 16 autori e produttori altamente specializzati nel campo del cinema d'impresa e, in particolare, nella regia e nella produzione di documentari e pubblicità, con una formazione interdisciplinare d'eccellenza. Un'iniziativa che è frutto dello sforzo comune di Regione Lombardia e Centro Sperimentale di Cinematografia, come sottolineato dall'assessore Cappellini

-    Audio –

Incrementare la diffusione delle vetture ecologiche (auto, car sharing, taxi) e l'uso e la circolazione di mezzi pubblici 'puliti'. E' questa una delle sfide che Regione Lombardia vuole vincere nel breve periodo come ha ricordato l'assessore alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno, intervenendo al convegno 'Mobilità elettrica: dalle parole ai fatti', organizzato a Monza, nell'ambito delle iniziative collaterali al Gran Premio d'Italia.  "Serve anzitutto un cambio di mentalità - ha detto -. Si tratta di una vera e propria sfida, perché cambiare le abitudini è quanto di più complesso ci possa essere. E, oltretutto, ci troviamo anche a fare i conti con la scarsezza di risorse pubbliche a disposizione. Dovremo quindi individuare nuovi percorsi, per avvicinare i cittadini a nuove forme di mobilità e nuovi strumenti finanziari per la realizzazione delle opere, puntando tanto sulle risorse comunitarie, il partenariato pubblico-privato, e forme innovative di finanziamento".  Uno dei fronti su cui Regione Lombardia sta puntando molto è il car sharing ecologico. L'obiettivo è quello di superare i 25.000 abbonati e i 18.000 noleggi entro il 2014, anche grazie allo sviluppo dei punti di prelievo, che oggi sono già 43 presso le maggiori stazioni ferroviarie e i principali luoghi di interesse pubblico.  Numeri importanti arrivano anche dal parco taxi, che, grazie all'ultimo bando regionale, ha visto crescere di 200 unità il numero delle vetture ibride circolanti. In ottica Expo l'obiettivo è quello di aver un parco di auto bianche decisamente innovativo.

È tutto, grazie per l’ascolto