Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Garantire più sicurezza sulle tratte ferroviarie a maggior rischio anche grazie ad un più stretto coordinamento fra Polizia ferroviaria, Carabinieri e Polizia di Stato. E' questo l'esito del Comitato interprovinciale per la sicurezza, riunito ieri dal prefetto di Milano Francesco Paolo Tronca e a cui hanno partecipato l'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno e i prefetti di Bergamo, Francesca Ferrandino e di Monza e Brianza, Giovanna Vilasi. "Da fine mese cominceremo la consegna dei 63 nuovi treni acquistati - ha detto Del Tenno - e continuiamo a lavorare per sistemare le stazioni più degradate, ma senza sicurezza non esiste il trasporto. Per questo ringrazio il prefetto di Milano Tronca che oggi ha dato il via ad un vero e proprio Tavolo per la sicurezza sui treni che si riunirà periodicamente per fare il punto della situazione".

“Se l'intenzione del Governo è quella di far entrare in Alitalia una società che poi chiuderà Malpensa, da parte di Regione Lombardia ci sarà la guerra”. È la dura reazione del governatore lombardo Roberto Maroni all'ipotesi di un ingresso della società araba Etihad nell'ex compagnia di bandiera italiana. Il presidente Maroni ha anche ricordato che ha ricevuto dal Consiglio regionale lombardo il mandato di chiedere al governo un incontro urgente per difendere il sistema aeroportuale lombardo. Sentiamo Maroni ai nostri microfoni

(AUDIO)

"Con la scomparsa di Eugenio Corti perdiamo un altro tassello importante del mosaico culturale lombardo, come dimostrano i tanti riconoscimenti avuti nel corso degli anni da parte delle Istituzioni, oltre alla mobilitazione in favore della sua candidatura al Premio Nobel per la letteratura". Con queste parole il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni e l'assessore regionale alle Culture, Identità e Autonomie Cristina Cappellini hanno commentato la notizia della morte dello scrittore lombardo Eugenio Corti, spentosi all’età di 93 anni nella sua casa di Besana Brianza. I funerali dello scrittore saranno celebrati sabato sempre a Besana Brianza.

Lo sviluppo di relazioni dirette tra organizzazioni sanitarie e di scienza medica, lo scambio di informazioni nei settori tecnico scientifici e della salute, lo svolgimento di conferenze, mostre ed incontri scientifici, il confronto di esperienze tra ricercatori e specialisti sono l'oggetto dell'importante accordo siglato ieri tra Regione Lombardia, Università degli Studi di Pavia, Università degli Studi di San Pietroburgo e Ministero della Salute russo. Ed è proprio sul fondamentale ambito della medicina, l’emergenza-urgenza, che si punta: la collaborazione sarà infatti concentrata in modo prioritario nell' organizzazione dei sistemi di emergenza e urgenza dal punto di vista degli aspetti organizzativi e scientifici e delle conoscenze tecniche relative ai vari modelli nazionali.   

"Da oggi ogni quindici giorni, il giovedì pomeriggio sarò a Mantova e lo dedicherò all'ascolto dei sindaci e degli amministratori locali". Lo fa sapere l'assessore regionale alla Casa, Housing sociale e Pari opportunità Paola Bulbarelli, spiegando che "Le politiche abitative e sociali della Regione Lombardia partono proprio dai bisogni primari dei nostri cittadini e, soprattutto, dalla capacità di ascolto istituzionale e territoriale. Un presupposto fondamentale per chi svolge un ruolo di governance a tutti i livelli".

"Qualità dell'aria, gestione dei rifiuti, parchi, bonifiche e acqua sono alcune delle macro aree sulle quali ci siamo confrontati con i rappresentanti del territorio comasco, in occasione della quinta tappa degli Stati generali dell'Ambiente". Così l'assessore all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Claudia Maria Terzi, durante il suo intervento all'incontro che si è tenuto allo Ster di Como. Durante l'incontro si è parlato anche di discariche di confine. "A proposito della discarica del Bizzarone - ha spiegato la titolare regionale all'Ambiente – gli elvetici non ci hanno informato, ma noi non vogliamo subire le loro scelte. Saremo al tavolo della Regione Insubrica sul gruppo inerti, che per gli svizzeri contengono anche amianto, cosa per noi inconcepibile".

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.