Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Negli ultimi dieci anni il numero di giorni di superamento dei livelli consentiti di polveri sottili nell'aria si è abbassato da una media di 150 a circa 4o giorni. Un dato che dice che le politiche per il controllo della qualità dell'aria funzionano, anche se molta è la strada ancora da fare. Se ne è parlato al Tavolo istituzionale aria, convocato da Regione Lombardia con la presenza di province, città capoluoghi, grossi comuni lombardi, Arpa e altri rappresentanti di associazioni e parti sociali. Le prossime mosse, ha detto l'assessore all'ambiente di Regione Lombardia Claudia Maria Terzi, riguarderanno l'estensione del divieto di circolazione per alcuni veicoli e il controllo delle emissioni delle caldaie. Sentiamo l'assessore Terzi.

-    Audio -

Dal programma ai fatti. L'approvazione da parte del Consiglio regionale, con voto unanime, del Progetto di legge sulla 'Libertà di impresa e competitività' rappresenta un'altra risposta concreta della Regione Lombardia al mondo delle imprese in difficoltà". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, commentando il voto unanime con cui il Consiglio regionale ha approvato il Progetto di legge sulla 'Libertà di impresa e competitività'. "Ringrazio, per l'ottimo lavoro svolto, l'assessore Mario Melazzini, il presidente della commissione Attività Produttive Angelo Ciocca, il relatore del provvedimento Carlo Malvezzi e tutti i Gruppi consiliari che hanno aderito all'iniziativa della Giunta regionale, votando all'unanimità questo importante provvedimento atteso dal settore produttivo - ha detto il presidente -". "Nei prossimi giorni - ha concluso - convocherò le parti sociali, per dare rapida attuazione a queste misure, che garantiranno un sostegno adeguato e rapido per le imprese lombarde".
 
"Una mattinata non solo bellissima e alla riscoperta dei nostri territori, ma anche molto utile perché ascoltando le esigenze della Comunità si potranno studiare misure che valorizzino anche piccoli ma preziosissimi beni culturali importantissimi per i cittadini". Lo ha detto Cristina Cappellini, assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia a margine del primo incontro della nona tappa di 'Culture in cammino', l'assessore itinerante da lei pensato per valorizzare tutto l'immenso patrimonio culturale presente sul territorio lombardo. Il tour ha preso il via con l'arrivo a Madonna di Tirano, in piazza della Basilica, dove ad accogliere l'assessore regionale c'erano le autorità locali, tra cui il sindaco di Tirano Pietro Giovanni Del Simone. La prima parte della giornata è stata dedicata alla visita al Santuario e all'attiguo Museo Etnografico tiranese, nonché al Crotto Piattamala.

 Torna, dopo il primo esperimento della settimana della moda donna, l'evento “Good food in good fashion”, che unisce moda, cucina d'autore e l'imprenditoria agricola lombarda. Si tratta di una serie di aperitivi dedicati alla salvaguardia del Made in Italy che avrà luogo in otto hotel di lusso milanesi durante la Milano Fashion Week, la settimana della moda che si terrà dal 19 al 24 febbraio. “Vogliamo promuovere lo stile italiano in tutti i campi e, anche in vista di Expo, continuare la nostra lotta alla contraffazione – ha detto l'assessore regionale all'agricoltura Gianni Fava – La Lombardia è la prima regione agricola d'Italia e una delle prime a livello europeo: quella agricola e alimentare è un'eccellenza che può trainare anche la moda”. Sentiamo Fava ai nostri microfoni

-    Audio -

La Regione Lombardia è disposta a collaborare per il potenziamento e l'integrazione del sistema Tetra, cioè delle reti radio mobili digitali, per aumentare la sicurezza in vista del semestre italiano di presidenza Ue e di Expo. Lo ha detto il governatore Roberto Maroni al termine del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, che si è tenuto questa mattina in Prefettura. Alla riunione hanno partecipato fra gli altri, l'assessore alla Sicurezza, Protezione Civile e Immigrazione Simona Bordonali, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il presidente della Provincia di Milano Guido Podestà. "Abbiamo messo a disposizione la rete Tetra della Regione perché possa essere utilizzata dalle forze dell'ordine", ha spiegato il presidente, facendo presente che per questo potenziamento del sistema digitale di comunicazione, "servono investimenti".

È tutto, grazie per l’ascolto