Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Dopo Degas, Renoir e Monet, a Pavia arriva Camille Pissarro. Dal 21 febbraio a 2 giugno 2014 sarà aperta alle Scuderie del Castello Visconteo di Pavia la mostra "Camille Pissarro, l'anima dell'Impressionismo", promossa dal Comune di Pavia e organizzata da Alef Cultural project management, e dedicata all'importante artista del movimenti francese. Una mostra patrocinata anche da Regione Lombardia, che per la prima volta mette il cappello su un'esposizione del ciclo impressionista organizzato dal Comune di Pavia, nell'ottica della valorizzazione delle iniziative culturali promosse dai territori. Sentiamo ai nostri microfoni l'assessore alle culture di Regione Lombardia Cristina Cappellini.

-    Audio –


"Il positivo giudizio sulla Regione Lombardia da parte dell'agenzia di rating Moody's rappresenta un risultato significativo, frutto del lavoro quotidiano di tutta la struttura regionale e dell'Amministrazione guidata dal presidente Roberto Maroni". Lo ha detto l'assessore all'Economia, Crescita e Semplificazione della Regione Lombardia Massimo Garavaglia, commentando il miglioramento dell'outlook per Regione Lombardia da parte di Moody's. "Il raggiungimento di un risultato così significativo - ha commentato Garavaglia - passa sia da cose di poco di conto, che da cose molto più importanti. Per esempio abbiamo notato, nei giorni scorsi, come ci si è interessati di una cosetta davvero di poco conto, come le spese per l'acqua e o il caffè per gli ospiti, spese che, per inciso, con l'amministrazione a guida Roberto Maroni sono passate dai precedenti 110.000 euro l'anno a 24.000, con una sforbiciata dell'80 per cento circa". "Poi - ha proseguito l'assessore - ci sono le cose ben più importanti, come la spesa per investimenti, che la Regione Lombardia negli ultimi tre anni si è autofinanziata al 100 per cento, senza quindi dover fare un solo euro di debito, facendo circa un miliardo di euro l'anno di investimenti. E per l'anno 2014 è prevista una crescita del 13 per cento degli investimenti, per una cifra superiore al miliardo e cento milioni". "Numeri come questi - ha concluso - per le altre Regioni sono fantascienza".


"La politica deve avere il coraggio di dare vita a una strategia di medio e lungo periodo, che non segua l'ottica biennale dei vettori o quinquennali dei gestori. Chiedo al nuovo Governo che il Piano aeroporti sia realmente una priorità nazionale capace di soddisfare gli interessi dei cittadini. Se così sarà, saremo al fianco del nuovo ministro, altrimenti ci batteremo in Conferenza Stato-Regioni affinché l'Italia non sia derubricata a un sistema regionale dell'ambito europeo". Lo ha detto l'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno al termine della riunione che si è tenuta, a Palazzo Lombardia, con gli operatori del sistema aeroportuale regionale. Erano presenti il presidente di Sea Pietro Modiano, il direttore generale di Sacbo Andrea Mentasti, il direttore generale della Catullo Spa Carmine Bassetti, il direttore centrale Infrastrutture Aeroportuali di Enac Alessandro Cardi. "L'incontro di oggi - ha spiegato Del Tenno - aveva l'obiettivo di aprire un dialogo con gli operatori del settore, affinché Regione Lombardia possa fare sintesi delle varie posizioni e portare avanti le istanze del territorio. Il piano, così com'è, rischia di penalizzare fortemente non solo gli aeroporti del Nord, ma l'intero sistema Paese".


"Questo bando rappresenta un esempio concreto di come il settore del turismo possa contribuire, se adeguatamente accompagnato dalle Istituzioni in questo momento di perdurante difficoltà, a risollevare la crescita del nostro territorio". Così l'assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia Alberto Cavalli a Lodi, per presentare le iniziative assunte dal suo Assessorato, ma anche per ascoltare le istanze dei rappresentanti di Enti e associazioni della provincia. Occasione dell'incontro è stata anche la presentazione del bando congiunto tra l'Assessorato regionale al Commercio, Turismo e Terziario e la Camera di Commercio di Lodi 'Club di Prodotto', che prevede lo stanziamento di 300.000 euro, per favorire l'aggregazione delle imprese e la progettazione turistica del territorio lodigiano, al fine di aumentare l'attrattività anche in vista di Expo 2015.


È tutto, grazie per l’ascolto