Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Un anno impegnativo per Regione Lombardia sul fronte delle politiche abitative. Lo dice l'assessore alla casa, housing sociale e pari opportunità Paola Bulbarelli, che ricorda  - oltre alla prima fase della riforma Aler, approvata in novembre dal Consiglio regionale – anche i 20 milioni di euro stanziati per il recupero degli alloggi sfitti, gli oltre 20 milioni per il fondo sostegno all'affitto e i  4 milioni e mezzo del bando a favore delle giovani coppie. Sentiamo l'assessore Bulbarelli intervenuta ai nostri microfoni.

-    audio –

"Confido che la stagione dei saldi possa restituire fiducia sia ai commercianti che ai consumatori. La grande attenzione che i mezzi d'informazione dedicano all'argomento dimostra quanto questo tema sia cruciale per definire il clima sociale ed economico". Così l'assessore al Commercio, Turismo e Terziario della Regione Lombardia Alberto Cavalli in occasione dell'avvio dei saldi invernali che partiranno domani  sabato 4 gennaio. "Da un lato i cittadini sono colpiti da una spirale negativa d'incremento della pressione fiscale e diminuzione dei redditi che indebolisce il potere d'acquisto - sottolinea l'assessore Cavalli - dall'altro i commercianti sono investiti da una crisi così grave e protratta nel tempo da mettere ormai a repentaglio non soltanto la continuità aziendale, ma la tenuta del sistema distributivo".  "La Regione Lombardia non ha trascurato questa condizione così difficile - prosegue Cavalli - non l'ha fatto, quando ha deciso di introdurre a titolo sperimentale, per un anno, la possibilità di effettuare vendite promozionali anche nel periodo precedente ai saldi (oltre che in tutti gli altri mesi dell'anno), né tantomeno quando, cessata la sperimentazione e ripristinato il regime consueto, ha posto il tema all'attenzione dell'Osservatorio regionale del Commercio per un'analisi congiunta dei suoi esiti". L'assessore spiega: "Sono in campo due posizioni non convergenti: mantenere il divieto alle vendite promozionali, come risulta largamente maggioritario nelle diverse regioni italiane, oppure cancellarlo in quanto anacronistico, come ritengono una parte degli operatori commerciali e alcuni opinionisti".

Ho incontrato i cinque neo presidenti delle Aler lombarde, abbiamo scambiato le prime impressioni e ho detto loro che voglio seguire da vicino, passo dopo passo, la fase iniziale di attuazione della riforma del sistema". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, che, insieme all'assessore alla Casa, Housing sociale e Pari opportunità Paola Bulbarelli, ha incontrato in questi giorni. i presidenti delle Aler nominati il 23 dicembre. "I nuovi presidenti - ha aggiunto - mi sono sembrati assolutamente consapevoli dell'importanza della loro azione e ci hanno ringraziato per il sostegno della Regione, che certamente non faremo mancare".  Il governatore ha fatto sapere che "nei prossimi giorni, entro la fine dell'anno, ci sarà una riunione tecnica con l'assessore Bulbarelli e da gennaio ogni 15 giorni, se servirà anche ogni settimana, verrà organizzato un incontro con tutti i presidenti delle Aler, per fare il punto della situazione". A partire dalla fusione delle vecchie Aler. "I presidenti neo-nominati - ha ricordato Maroni - sono anche i commissari liquidatori delle vecchie Aler. A parte Milano, in tutti gli altri casi ci sono 12 Aler da fondere nelle quattro agenzie stabilite dalla nostra riforma".

È tutto, grazie per l’ascolto