Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Confido che la stagione dei saldi possa restituire fiducia sia ai commercianti che ai consumatori. La grande attenzione che i mezzi d'informazione dedicano all'argomento dimostra quanto questo tema sia cruciale per definire il clima sociale ed economico". Così l'assessore al Commercio, Turismo e Terziario della Regione Lombardia Alberto Cavalli in occasione dell'avvio dei saldi invernali che partono quest’oggi,. "Da un lato i cittadini sono colpiti da una spirale negativa d'incremento della pressione fiscale e diminuzione dei redditi che indebolisce il potere d'acquisto - sottolinea l'assessore Cavalli - dall'altro i commercianti sono investiti da una crisi così grave e protratta nel tempo da mettere ormai a repentaglio non soltanto la continuità aziendale, ma la tenuta del sistema distributivo". "La Regione Lombardia non ha trascurato questa condizione così difficile - prosegue Cavalli - non l'ha fatto, quando ha deciso di introdurre a titolo sperimentale, per un anno, la possibilità di effettuare vendite promozionali anche nel periodo precedente ai saldi (oltre che in tutti gli altri mesi dell'anno), né tantomeno quando, cessata la sperimentazione e ripristinato il regime consueto, ha posto il tema all'attenzione dell'Osservatorio regionale del Commercio per un'analisi congiunta dei suoi esiti". L'assessore spiega: "Sono in campo due posizioni non convergenti: mantenere il divieto alle vendite promozionali, come risulta largamente maggioritario nelle diverse regioni italiane, oppure cancellarlo in quanto anacronistico, come ritengono una parte degli operatori commerciali e alcuni opinionisti".

"Nuove qualificate risorse umane per la nostra montagna che, in vista di Expo, si fa sempre più accogliente e fruibile". L'ha detto l'assessore allo Sport e Politiche per i giovani di Regione Lombardia Antonio Rossi.. Regione Lombardia conferma così la sua attenzione per la montagna, recentemente confermata anche dal bando di 2 milioni e mezzo di euro per gli impianti di risallita. Sentiamo ai nostri microfoni l'assessore Antonio Rossi.

-    Audio –

"Con uno stanziamento di tre milioni di euro, Regione Lombardia assegna un ulteriore contributo al sistema delle bonifiche, che con un lavoro secolare e spesso poco riconosciuto continua a regolare il flusso delle acque sul territorio lombardo". Lo ha detto  l'assessore regionale al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo Viviana Beccalossi, annunciando il finanziamento di sei progetti nei comprensori di bonifica delle province di Bergamo, Brescia, Lodi e Pavia. I fondi sono stati ottenuti in base a economie  sui progetti finanziati nel 2009 all'interno della misura 125A del Programma di Sviluppo rurale, con la quale erano già stati stanziati circa 5,7 milioni di euro, permettendo quindi ampliare il numero degli interventi. "I manufatti e le strutture di bonifica - ha proseguito Viviana Beccalossi - proteggono  il territorio da oltre mille anni, assolvendo a un doppio compito: portare l'acqua e levare l'acqua. Nel primo caso, senza i canali di irrigazione non avremmo la nostra agricoltura da primato, le produzioni di pregio, ma neanche l'ambiente e il paesaggio che caratterizzano la nostra pianura. Nel secondo caso e a differenza di tante realtà costrette a fare i conti con la scarsità di questa risorsa, da noi il lavoro costante della bonifica permette al cremonese, al mantovano, al lodigiano, al basso pavese e ad altri territori di non essere periodicamente sommersi,  grazie a una rete di impianti e canali capaci di portare via l'acqua in eccesso".

"Regione Lombardia ha stanziato 146.351 euro per sostenere percorsi di mobilità transazionale di apprendisti lombardi da realizzarsi presso aziende francesi. Si tratta di un progetto che coinvolge due persone in formazione iniziale (Ivt), che trascorreranno un periodo di 2-3 settimane presso imprese o Enti formativi della Regione francese di Rhône-Alpes". Lo ha annunciato Valentina Aprea, assessore all'Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia, spiegando che la Regione aderisce al Progetto 'E-Mapp European Mobility for Apprenticeship', nell'ambito del Programma 'Leonardo da Vinci Mobilità', che prevede questi scambi.

È tutto, grazie per l’ascolto