Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Regione Lombardia ha il ruolo di coordinatore e supervisore tutte le iniziative correlate a Expo. E' questo uno dei compiti indicati dal Protocollo per Expo 2015 "Mafia free", firmato ieri in Prefettura a Milano, oltre che dal governatore lombardo Roberto Maroni, dal ministro degli Interni Angelino Alfano, dal sindaco di Milano Giuliano Pisapia, dal presidente della Provincia Guido Podestà, dal prefetto di Milano Francesco Paolo Tronca e dal commissario unico della società Expo 2015 Giuseppe Sala. Proprio per rendere efficace questo ruolo, già nello stesso pomeriggio si è riunito per la prima volta il Tavolo di coordinamento tra tutti i soggetti interessati a Expo, una sorta di cabina di regia per lo scambio di informazioni. "Nel protocollo - ha dichiarato il presidente della Regione Lombardia - sono previste molte azioni, alcune particolarmente significative, a partire dalla circolazione delle informazioni sulle opere di Expo 2015, poiché lo scambio di informazioni è fondamentale per prevenire qualunque forma di criminalità". Sentiamo lo stesso Maroni.

(AUDIO)

Il Parco regionale del Ticino rappresenta un'eccellenza per la Lombardia ed è un patrimonio che la Regione Lombardia vuole tutelare e valorizzare, per il presente ed il futuro. Lo hanno spiegato il vicepresidente della Regione Lombardia e assessore alla Salute, Mario Mantovani, e gli assessori all'Economia, Crescita e Semplificazione, Massimo Garavaglia, e all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile, Claudia Maria Terzi, intervenendo in serata a Magenta alla celebrazione del 40esimo anniversario del primo Parco regionale realizzato in Italia. Fondato il 9 gennaio del 1974 è oggi uno dei polmoni verdi della provincia di Milano ed una delle più importante area naturalistica del territorio lombardo. Il "Parco del Ticino" si estende, lungo il fiume omonimo, a cavallo tra le regioni Lombardia e Piemonte, ha una superficie di 91.410 ettari, di cui 22.249 a Parco Naturale 69.161 a Parco regionale e comprende l'intero territorio amministrativo dei 47 Comuni lombardi collocati lungo il tratto del fiume Ticino compreso tra il lago Maggiore e il fiume Po, nelle province di Varese, Milano e Pavia.

"Miglio è stato un poeta del federalismo, questo suo lascito della Macroregione è di grande attualità. La strada che ha preso l'Europa è stata quella di indicare la via dell'Euroregione o Macroregione alpina, un'entità che funziona a differenza di altre formate da realtà troppo diverse, Paesi che non possono elaborare un progetto comune". E' intervenuto così il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni, ieri al convegno 'Il profeta del Nord e la questione settentrionale: un ricordo di Gianfranco Miglio', organizzato dal Gruppo consiliare della Lista Maroni.

Nell'anno scolastico 2012-2013 'Generazione web', il programma che ha introdotto in forma massiccia la digitalizzazione nelle scuole, ha coinvolto 331 autonomie, per un totale di 1.398 classi e 32.325 studenti.  L'investimento è stato di 12 milioni di euro, di cui 8 messi a disposizione da Regione Lombardia e 4 dal Ministero per l'Istruzione Università e Ricerca. "Noi guardiamo avanti - ha detto l'assessore regionale all’Istruzione Aprea - e, nonostante per questo anno scolastico siano venuti meno i fondi ministeriali, abbiamo voluto mantenere il finanziamento già assegnato lo scorso anno a 'Generazione web', con alcune novità: apriamo un bando a sportello (i fondi saranno concessi a chi arriva prima), con cui metteremo a disposizione 10.000 euro per ciascuna delle classi delle superiori che abbia adottato libri di testo misti o solo digitali. Dal 23 gennaio al 5 febbraio potranno far pervenire le domande e, se il progetto presenterà caratteristiche particolarmente innovative per l'utilizzo delle tecnologie digitali, la classe potrà ricevere un ulteriore bonus di 50.000 euro".

Ed è tutto, grazie per l’ascolto