Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

E’ iniziato ieri a Barcellona Expo Tour, il road show per presentare ai paesi partecipanti temi e contenuti dell’Esposizione universale 2015. "Sono a Barcellona principalmente per incontrare il presidente della Catalogna Artur Mas nella mia duplice veste di presidente della Regione Lombardia e dei Quattro motori d'Europa". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni incontrando le imprese durante il "Momento italiano" appositamente organizzato dalla Camera di Commercio italiana a Barcellona. "I quattro motori d'Europa - ha spiegato il presidente - sono un'associazione costituita 25 anni fa fra le 4 Regioni più importanti d'Europa dal punto di vista economico. Vale a dire la Lombardia, la Catalogna, il Baden Wurttemberg e il Rhone Alpes.. Sentiamo il presidente

(AUDIO)

Ad Expo Tour partecipano anche altri rappresentanti lombardi. L’assessore all’agricoltura Gianni Fava nel suo intervento di ieri ha evidenziato come "L'obiettivo è quello di condividere anche con la Catalogna, che tra l'altro è uno dei Quattro Motori d'Europa, il documento che noi già abbiamo presentato in Europa. Chiediamo che ci sia un addendum che modifica sostanzialmente gli obiettivi dell'Expo e che parla  di lotta alla contraffazione alimentare come uno degli obiettivi politici dell'Expo 2015".

 “La montagna va vissuta con responsabilità e consapevolezza, va conosciuta per saper affrontare gli imprevisti e il Cai ci aiuta a farlo”. Lo ha detto l'assessore regionale allo sport e politiche giovanili di Regione Lombardia Antonio Rossi, intervenuto ieri alla presentazione per nuovo Manuale del Club alpino italiano 'Montagna da vivere, Montagna da conoscere'. L'attenzione della Regione verso le montagne lombarde, che rappresentano il 40% del territorio regionale, è sempre alta: l'assessore Rossi, insieme al sottosegretario con delega alla montagna Ugo Parolo, ha chiesto al governatore Maroni di istituire un Tavolo per arrivare a scrivere una legge sui sentieri alpini. Sentiamo Rossi ai nostri microfoni

(AUDIO)

Ogni cittadino lombardo può contare su 634 metri quadri di bosco.  E’ il dato che si impone nel “Rapporto sullo stato delle foreste” promosso dalla Regione Lombardia e da ERSAF,  relativo al 2012,  recentemente presentato). La superficie complessiva in realtà subisce un continuo lieve incremento (da 617.121 ha del 2006 a 621.381 ha attuali) ma è l‘aumento di popolazione che modifica la media.  Non di molto, appunto:  sullo scorso anno l’incremento è di 616 ha, pari allo 0,099%. In sostanza, il bosco lombardo è stabile e copre circa il 26% del territorio. Durante il 2012 sono stati collaudati oltre 176 ettari di nuovi boschi realizzati dall’uomo, un valore in netto calo rispetto all’ultimo quinquennio che ha registrato una media di oltre 300 ha l’anno.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto