Bentrovati a questo nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

"Le competenze concorrenti fra Stato e Regioni generano contenziosi di fronte alla Corte costituzionale. Se l'obiettivo è eliminare queste concorrenze e dare invece competenze esclusive alle Regioni, penso che andiamo nella direzione giusta”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni commentando la possibile modifica del Titolo V della Costituzione di cui stanno discutendo i partiti politici a livello nazionale. Secondo Maroni, le Regioni devono poter decidere in maniera esclusiva su gestione del territorio, infrastrutture, sanità e servizi alla persona. Ai nostri microfoni il governatore Maroni.

(AUDIO)

E' stato firmato ieri tra Regione e Anci Lombardia un Protocollo d'Intesa che ha tra i suoi obiettivi la collaborazione istituzionale, la condivisione delle informazioni, il  monitoraggio dell'azione amministrativa e  il sostegno dei processi di innovazione nei comuni per migliorare i servizi ai cittadini.  "Questo protocollo - ha spiegato l'assessore regionale all'Economia, Crescita e Semplificazione Massimo Garavaglia - prevede lo sviluppo di una collaborazione sempre più intensa tra la Regione Lombardia e i più di 1500 Comuni lombardi, perché il gioco di squadra tra le autonomie territoriali è sempre più importante".

L'assessore Garavaglia, spiegando i contenuti degli articolati protocolli siglati, ha voluto focalizzare la sua attenzione soprattutto su due temi. Il primo è l'Osservatorio stabile sulla finanza locale. Un tema fondamentale, secondo Garavaglia, per fare chiarezza nei rapporti tra Enti locali e Governo, "perché vediamo che mentre gli Enti locali continuano a tirare la cinghia, continua invece ad aumentare la spesa pubblica centrale". Il secondo impegno contenuto nel protocollo è la creazione di un portale delle autonomie locali, in cui si possa affrontare ogni singolo argomento in maniera organica. "Penso - ha spiegato l'assessore all'economia - al riordino delle autonomie locali, dove lo stato di confusione della normativa attuale è sotto gli occhi di tutti. Oppure al tema della finanza locale: qui in Lombardia il Patto di stabilità territoriale ormai è a regime e lo vogliamo mantenere, ma con l'Anci vogliamo trovare le modalità migliori per gestire al meglio questo strumento".

Presentato ieri dalla Giunta in Consiglio regionale il rapporto redatto dalla Due diligence incaricata di studiare i conti disastrati di Aler Milano. "La nostra denuncia è iniziata a luglio con la relazione del presidente Maroni - ha commentato l'assessore alla casa e housing sociale Paola Bulbarelli - Solo noi abbiamo avuto la forza e il coraggio di togliere il coperchio a una pentola piena di numeri drammatici come quelli che la 'due diligence' ci ha fornito.  "Non siamo un tribunale - ha continuato Bulbarelli -, non ci interessa fare processi, ma solo andare avanti e studiare un futuro per un'azienda che dà risposte fondamentali alle famiglie che hanno bisogno di una casa". "Invece di una commissione d inchiesta - ha concluso l'assessore - è meglio proseguire sulla strada del dialogo con il Comune di Milano, per arrivare a soluzioni condivise e, soprattutto, utili per i cittadini".

Si correrà domenica 26 gennaio a San Vittore Olona ,l'82esima edizione della gara di cross “Cinque Mulini”, una delle più prestigiose manifestazioni sportive organizzate dalla Federazione internazionale di Atletica leggera.  "Una gara che rappresenta la storia dello sport lombardo, italiano e mondiale e dal fascino senza tempo", ha commentato così l'assessore allo Sport e Politiche giovanili di Regione Lombardia Antonio Rossi intervenendo alla presentazione ufficiale della gara sportiva. La “Cinque Mulini”, a cui parteciperanno anche atleti di livello mondiale e che partirà nel pomeriggio alle 15e15, sarà trasmessa in diretta su Rai Sport 2. Ai nostri microfoni l'assessore Rossi.

(AUDIO)

Oltre 4 milioni di euro per la manutenzione della rete stradale di interesse regionale. è la cifra che Regione Lombardia erogherà nel 2014 alle Province, continuando a garantire, per il quinto anno consecutivo, queste risorse che fino al 2010 erano erogate direttamente dallo Stato. Regione Lombardia - ha detto l'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno - continuerà a farlo, poiché si tratta di interventi fondamentali per la sicurezza di chi viaggia sulle nostre strade". Le risorse erogate alle Province possono essere utilizzare per interventi di calamità e somma urgenza; in assenza di tali eventi, le risorse vengono investite invece nella manutenzione ordinaria. Questo finanziamento permette una boccata d'ossigeno alle Province, che, ora più che mai, si trovano a dover fare i conti con il Patto di stabilità. "Strade in ordine - ha concluso l'assessore - sono strade più sicure e più veloci, sia per le persone che per le merci, e sono un requisito indispensabile per rendere più competitivo il nostro territorio".

Ed è tutto, grazie per l'ascolto.