Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

La Regione Lombardia entra a far parte del Comitato Scientifico per Expo istituito dal Comune di Milano. È la novità emersa nel corso di un convegno a Milano sui temi di Expo 2015. A fare la richiesta è stato lo stesso governatore Roberto Maroni nel corso del suo intervento all'incontro organizzato proprio dal gruppo scientifico comunale. «Farò la richiesta al sindaco Giuliano Pisapia perchè anche la Regione vuole partecipare al comitato Scientifico - ha detto Maroni - per contribuire a valorizzare e diffondere il loro lavoro». Poco dopo la risposta positiva di Pisapia. «Ho avuto l'assenso del sindaco - ha comunicato all'uscita Maroni -. Sono soddisfatto. Prenderemo i contatti nei prossimi giorni per designare il nostro rappresentante».

«Non c'è nessuno scontro con il Comune di Milano» su Aler, l'azienda di edilizia residenziale lombarda: ad assicurarlo è il governatore della Lombardia, Roberto Maroni, dopo le recenti polemiche tra Palazzo Marino e Regione in tema di gestione delle case popolari del patrimonio comunale. «Non c'è nessuno scontro , c'è interesse comune e siamo aperti a qualunque soluzione», ha ribadito Maroni al suo arrivo all’ incontro a Milano su Expo. Dopo aver fatto «una fotografia, noi e non altri, che ci permette di sapere cosa è successo e qual è la situazione, in modo da avere gli elementi per intervenire», i due enti (Regione e Comune) si ritroveranno al tavolo «per capire che strada seguire - ha continuato il governatore -. E la prima decisione è se il Comune vuole o meno rinnovare la convenzione con Aler Milano che scade il 31 gennaio. Motivo per cui dobbiamo farlo rapidamente».

"Con Generazione Web abbiamo fatto un passo avanti verso la scuola digitale: non si tratta di portare semplicemente la tecnologia nelle scuole, ma stiamo formando gli insegnanti a un nuovo modo di fare didattica". Lo ha dichiarato l'assessore regionale all'istruzione formazione e lavoro Valentina Aprea, riguardo al progetto di digitalizzazione delle scuole che ha coinvolto nell'ultimo anno scolastico quasi 1400 classi e 32mila studenti. Oltre a questo progetto, la Regione ha messo in campo anche la "Garanzia Giovani", prevista dall'Unione Europea per la transizione dal mondo della scuola a quello del lavoro. "Abbiamo messo a punto un modello che è stato preso come riferimento dal Ministero del Lavoro,  che lo ha considerato come esempio di buona prassi", ha commentato l'assessore Aprea. Sentiamola ai nostri microfoni.

(AUDIO)

Sono due associazioni mantovane, 'Donnextrà' e il 'Centro di Aiuto alla Vita onlus', ad aggiudicarsi il primo e il secondo gradino del podio di 'Progettare la Parità in Lombardia' 2013. Si tratta del bando voluto dall'assessore regionale alla Casa, Housing sociale e Pari opportunità Paola Bulbarelli per favorire l'attuazione del principio di parità e di pari opportunità attraverso la valorizzazione del ruolo delle reti territoriali che operano in Lombardia. I due progetti vincitori sono stati presentati presso la sede territoriale della Regione Lombardia di Mantova. "Senza risorse finanziarie - ha detto Bulbarelli - non si può far nulla e non si va da nessuna parte. Raschiando il fondo del barile, siamo riusciti a reperire dal bilancio regionale 366.000 euro, per finanziare 39 progetti (19 presentati da associazioni impegnate sul campo, 17 da Comuni e 3 da Province). E' un piccolo miracolo, perché lo scorso anno a disposizione c'erano solamente 50.000 euro".

"Le Olimpiadi sono il momento culmine dell'attività agonistica di ogni sportivo, di qualsiasi appartenenza religiosa, credo politico, o provenienza etnica. Proprio per il suo intrinseco messaggio di fratellanza, unito ad una sana competizione sportiva, vanno rispettate". Lo ha detto l'assessore regionale allo Sport e Politiche per i giovani Antonio Rossi, ex canoista pluricampione olimpionico, commentando la notizia delle presunte minacce terroristiche ricevute ieri dal Coni e da altri Comitati Olimpici.  

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.