Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Regione Lombardia continua a rimanere saldamente un punto di riferimento per la qualità dei servizi forniti dalle nostre strutture ospedaliere. A dichiararlo è stato il vice presidente e assessore alla Salute della Regione Lombardia Mario Mantovani commentando i dati Censis secondo i quali il 38,5% degli Italiani considera peggiorata negli ultimi due anni la Sanità della propria Regione, con un aumento di dieci punti percentuale rispetto al giudizio espresso nel 2011 che era, appunto, del 28,5%. "In Lombardia - sottolinea l'assessore Mantovani - vengono a curarsi ogni anno dalle altre regioni o dagli altri Paesi stranieri quasi 160.000 persone. Tutto ciò conferma l'eccellenza del Sistema sanitario lombardo, non solo all'interno del panorama nazionale, ma anche a livello europeo".

Presentata la nuova edizione del Festival di Varese. Il servizio è di Benedetta Stendardi

(AUDIO) 

"Finché avrò la delega al Lavoro, escludo l'utilizzo degli ammortizzatori sociali per i giovani. Se siamo impegnati nelle politiche attive, dobbiamo e vogliamo farlo fino in fondo". Lo ha detto Valentina Aprea, assessore regionale all'Istruzione, Formazione e Lavoro, intervenendo ieri al convegno organizzato all'auditorium 'Testori' di Palazzo Lombardia e intitolato 'La sfida di Garanzia Giovani per l'occupazione: il ruolo degli accreditati ai servizi al Lavoro'.  "'Garanzia Giovani' – ha spiegato l'assessore Aprea - si rivolge a chi ha tra i 15 e i 29 anni. In Lombardia, dove di fatto abbiamo anticipato queste misure con l'attivazione della 'Dote Unica Lavoro', abbiamo avviato al lavoro 7.595 giovani. Le modalità operative scelte sono quelle della Dul: l'erogazione dei fondi a istituti scolastici, università ed enti accreditati viene corrisposta solo a inserimento lavorativo avvenuto".

Proporrò alla Giunta l'esenzione per l'attività di sorveglianza delle donne che presentano mutazione del gene BRCA-1 e/o BRCA-2, che potrà essere finanziata attraverso la riduzione della tariffa di alcuni test genetici e la migliore appropriatezza nel ricorso ai test genetici. Vogliamo poi dare più  garanzie,  per le donne operate, di prestazioni di fisioterapia per ridurre il rischio di fastidiose complicanze a carico del sistema linfatico.". Lo ha detto il vice presidente e assessore alla Salute di Regione Lombardia Mario Mantovani intervenendo ieri nell'auditorium Giorgio Gaber di Palazzo Pirelli, dove centinaia di iscritti a Europa Donna Italia hanno partecipato al convegno "Dalla prevenzione alla cura di qualità". Mantovani si è così assunto l'impegno di esporre alla Giunta regionale queste due proposte che riguardano le donne colpite da un tumore al seno.

Alla vigilia del rinnovo del contratto interprofessionale del latte che scade il prossimo 30 giugno, e alla luce di uno scenario mondiale di mercato che indica una sostanziale stabilità del prezzo sui valori sottoscritti da allevatori e industrie di trasformazione sui 44,5 centesimi al litro, Lombardia e Lazio chiedono la convocazione di un tavolo di filiera al Ministero delle Politiche agricole, affinché venga tutelata la posizione dei produttori. A conferma dell'asse che intercorre fra Lombardia e Lazio è intervenuto l'assessore lombardo all'Agricoltura Gianni Fava, che, insieme alla collega Sonia Ricci, ha convenuto di stilare un documento congiunto, per sollecitare il Mipaaf a convocare un incontro interprofessionale. Lombardia e Lazio, insieme, rappresentano una produzione intorno a 4,8 milioni di tonnellate di latte su un totale nazionale di 11 milioni.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.