Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

"Siamo attrezzati come Regione per svolgere bene il nostro compito di controllo nei limiti delle competenze e dei poteri che abbiamo". Lo ha spiegato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, nel corso del suo intervento ieri pomeriggio davanti alla Commissione Regionale Antimafia a Palazzo Pirelli.  "Ricordo - ha detto ancora Maroni - che non abbiamo poteri d'investigazione profondi come quelli della magistratura ma dobbiamo essere in grado di scegliere le persone giuste e rimuovere immediatamente quelle che dovessero essere coinvolte in azioni di corruzione o di altro tipo, penso a comportamenti che non sono da considerare reati ma che tradiscono il mandato fiduciario di leale collaborazione e di leale comportamento verso le istituzioni che li hanno messi ad occupare quel settore; questo è il comportamento che abbiamo tenuto e che terremo, perché a prescindere dalla responsabilità penale se vengono tenuti comportamenti sleali verso la Regione queste persone vanno rimosse e vengono rimosse".

Presentata la nuova edizione della Sky Marathon. Il servizio di Benedetta Stendardi

(AUDIO)

"Per contrastare la piaga del bracconaggio, presente su tutta l'asta fluviale del Po, oltre che su altri corsi d'acqua, serve un intervento coordinato delle forze dell'ordine. Un tema su cui dovremo condividere una strategia di soluzione in tempi rapidi con le autorità nazionali". E' quanto ha detto, collegato in videoconferenza dalla sede di Roma di Regione Lombardia, l'assessore all'Agricoltura Gianni Fava, intervenendo alla prima riunione della nuova Consulta regionale della pesca, alla presenza dei rappresentanti delle associazioni sportive, della Federazione e degli Enti locali. "Oltre all'intervento coordinato delle Forze dell'ordine - ha aggiunto l'assessore - occorre arrivare a un'armonizzazione normativa per la pesca condivisa con le altre Regioni rivierasche, necessaria per contrastare un fenomeno criminale diffuso, incontrollato e radicato".

L'ultima tappa del Giro Rosa arriverà, domenica 13 luglio, al Ghisallo, in provincia di Lecco. La tappa che partirà da Trezzo sull'Adda (Milano) e arriverà a Magreglio - ha ricordato l’assessore regionale allo sport e giovani Antonio Rossi presentando ieri la tappa al Museo del Ciclismo che sorge proprio al Ghisallo - sarà la seconda in territorio lombardo dopo quella valtellinese, la Aprica-Chiavenna, di venerdì 11". "Si tratterà quindi - ha aggiunto - di vetrine, oltre che per il ciclismo, anche per le bellezze dei territori e delle montagne di Lombardia, grazie alla copertura della gara da parte di Rai Sport".

Il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni partecipa oggi, a Villa Madama, a Roma, all'evento 'Expo 2015: obiettivo Paese Italia', organizzato congiuntamente dal Ministero degli Affari esteri e dalla Regione Lombardia. L'iniziativa punta a presentare e valorizzare qualità, attrattive e opportunità dei territori italiani in vista dell'Esposizione universale di Milano. L'evento, rivolto al corpo diplomatico degli Stati esteri, sarà aperto alle ore 17 dal ministro degli Esteri Federica Mogherini. Dopo gli interventi degli amministratori prenderanno poi la parola i testimonial di Expo: lo storico dell'arte Philippe Daverio, l'imprenditrice e ambasciatrice di Women for Expo Gaetana Jacono, lo chef Carlo Cracco e il campione del ciclismo Felice Gimondi.  Nel corso dell'incontro sarà presentato il progetto 'Dall'Expo ai territori. Itinerari del gusto e della cultura', curato dalla Presidenza del Consiglio e volto a promuovere il turismo a carattere culturale ed enogastronomico su tutto il territorio nazionale, nel contesto dell'Esposizione universale.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.