Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni parteciperà oggi, giovedì 19 giugno, a Villa Madama, a Roma, all'evento 'Expo 2015: obiettivo Paese Italia', organizzato congiuntamente dal Ministero degli Affari esteri e dalla Regione Lombardia. L'iniziativa punta a presentare e valorizzare qualità, attrattive e opportunità dei territori italiani in vista dell'Esposizione universale di Milano. L'evento, rivolto al corpo diplomatico degli Stati esteri, sarà aperto dal ministro degli Esteri Federica Mogherini. Seguiranno i saluti del presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani, del ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina, del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Delrio, del presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, del commissario unico delegato per Expo 2015 Giuseppe Sala, del commissario generale per il Padiglione Italia Diana Bracco e del decano del Corpo diplomatico mons. Adriano Bernardini.
"Una due giorni importantissima, per porre al centro dell'attenzione le innumerevoli forme di creatività, che sono un grande punto di forza del sistema lombardo della cultura e dell'impresa. Per questo motivo la Regione crede e investe nel settore, o, meglio, nel vasto panorama che chiamiamo 'Imprese culturali e creative'". Così l'assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia Cristina Cappellini ha aperto 'Cross Creativity'.  La due giorni sulle Start up creative e culturali è un evento internazionale promosso da Regione Lombardia grazie al progetto europeo 'Creative companies in Alpine Space' (CCAlps), che è al suo terzo anno di attività.


Realizzato in collaborazione con Expo delle Start up e in collaborazione con le Direzioni generali Attività produttive, Ricerca e Innovazione e Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia, Politecnico di Milano e 'Meet the Media Guru', 'Cross Creativity' è l'occasione per farsi conoscere e conoscere, per creare la community degli innovatori.


"La convocazione del Tavolo del latte lo stesso giorno in cui è stato fissato quello della suinicoltura è una notizia assolutamente positiva, che rappresenta un riconoscimento evidente che la Regione Lombardia è riuscita a richiamare l'attenzione del Ministero delle Politiche agricole su due filiere strategiche non solo per l'agricoltura del Nord, ma anche per il Paese". Lo evidenzia l'assessore all'Agricoltura della Lombardia Gianni Fava, alla luce delle convocazioni operate dal Mipaaf per il prossimo 3 luglio. Alle 12.30 è previsto il Tavolo della suinicoltura e alle 16.30 quello della filiera lattiero-casearia, entrambi al Dicastero delle Politiche agricole.

"Mi auguro che si pongano le basi per una pianificazione costruttiva del futuro delle due filiere, che attraversano due momenti differenti - afferma Fava -. Il prossimo 30 giugno scadrà l'accordo interprofessionale sul prezzo del latte e le prospettive di mercato ci portano a essere ottimisti verso un rinnovo all'altezza delle aspettative dei produttori".

Altro scenario, invece, per la filiera suinicola. "Bisogna prendere decisioni importanti, per assicurare la ripresa delle produzioni Dop, risollevare l'export di carni e salumi, restituire redditività agli allevatori, ai macelli e ai trasformatori - incalza l'assessore lombardo all'Agricoltura -, perché sarà solo sostenendo progetti mirati a valorizzare la qualità e le peculiarità del suino pesante padano che riusciremo a dare certezze sul futuro a un comparto che vale, nel suo complesso, 20 miliardi di euro".


E' tutto.