Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

"Di solito in Italia le opere pubbliche finiscono sempre dopo il termine ultimo previsto, ma qui abbiamo un termine - il 30 aprile 2015 - che non possiamo sforare. Devo dire che la Lombardia è in contro tendenza perché ci sono delle opere connesse ad Expo che noi metteremo in esercizio prima del termine previsto. Il  23 luglio, per esempio, entrerà in esercizio una nuova autostrada, Brebemi (Brescia, Bergamo, Milano), in anticipo rispetto i termini. Quindi, volendo, le opere pubbliche si possono fare bene, senza problemi e anticipando rispetto i termini previsti". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni,  parlando di Expo 2015 e dei tempi di realizzazione delle opere.

I 7,5 milioni che destiniamo ai beni immobili e mobili di enti pubblici e privati sono la dimostrazione che Regione Lombardia sostiene concretamente i suoi territori con fondi propri". Così l'assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia Cristina Cappellini ha commentato la pubblicazione sul Burl del riparto dei finanziamenti del Fondo di Rotazione 2013 per il sostegno ai soggetti che operano in campo culturale.  "Per il finanziamento con il Fondo di Rotazione - ha spiegato l'assessore Cappellini – abbiamo ricevuto 234 domande per un valore progettuale di 62,6 milioni e richieste di contribuzione economica pari a 36,3 milioni". "Nel dettaglio - ha continuato l'assessore - si trattava di 81 domande presentate da enti pubblici e 153 da enti privati. Ne sono risultate ammissibili 215, di cui 74 pubbliche e 141 private".

"Il nuovo marchio comunitario 'Prodotto di montagna' rappresenta un ulteriore progresso verso la trasparenza, l'etichettatura e la certificazione, che ci auguriamo possa accompagnare un miglioramento della redditività dei produttori agricoli". Lo dice l'assessore all'Agricoltura della Lombardia Gianni Fava, commentando la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea del Regolamento sui 'Prodotti di montagna'. "Ritengo - suggerisce Fava - che, per favorire la diffusione di tali produzioni di qualità, si debba anche prendere in esame l'opportunità di consolidare sinergie internazionali, utilizzando magari come volano la Macroregione alpina".

La Giunta Regionale, su proposta dell'assessore all'Istruzione, Formazione e Lavoro Valentina Aprea ha approvato l'attivazione di Garanzia Giovani come estensione di Dote Unica Lavoro, con l'obiettivo di dare continuità a questa iniziativa e per aprire a nuovi orizzonti di politica attiva, anche in previsione di Expo 2015. "Nell'ambito di Dote Unica Lavoro, Garanzia Giovani diventa il canale prioritario di accesso alle politiche attive del lavoro per i NEET (persone che non studiano e non lavorano) tra i 15 e i 29 anni"  ha spiegato l'assessore Aprea.
 "Dopo una fase di accoglienza e definizione personalizzata del percorso – ha proseguito Aprea - i giovani saranno accompagnati verso il risultato: l'attivazione di un tirocinio extracurriculare, l'inserimento lavorativo, anche in apprendistato e in mobilità, l'autoimprenditorialità, il servizio civile".

È tutto, grazie per l’ascolto