Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Nei prossimi giorni il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni incontrerà il premier Matteo Renzi, a cui chiederà una deroga al patto di stabilità. "La Regione Lombardia - ha ricordato Maroni - è una realtà virtuosa che in qualsiasi settore spende meno di qualunque altra e nonostante questo, riceve meno di tutte le altre: abbiamo un residuo fiscale di 57 miliardi di euro e i nostri sindaci hanno nelle loro casse 8 miliardi di euro che non possono spendere". Sentiamolo.

-    audio –

"Regole di sistema ed elementi per la riforma sanitaria" è il tema di cui hanno discusso a Rho, davanti a una affollata platea di operatori e manager della sanità riuniti nella sala dei Padri Oblati, tre esponenti della Giunta regionale lombarda: il vice presidente e assessore alla Salute Mario Mantovani, l'assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale e Volontariato Maria Cristina Cantù e Massimo Garavaglia assessore all'Economia, Crescita e Semplificazione. Il tema della sanità e del percorso della sua riforma è stato, dunque, affrontato sotto tutti gli aspetti. Di assistenza sanitaria ai cittadini lombardi ha parlato l'assessore che ne è direttamente responsabile, il vice presidente della Giunta Mario Mantovani. Il suo intervento ha rivendicato per Regione Lombardia un ruolo autonomo di responsabilità nella gestione della propria buona sanità: "Si porti a Roma la sanità delle regioni che non funzionano" ha sottolineato l'assessore Mantovani. Per quanto riguarda la ricerca di un elevato modello di riferimento per la qualità delle prestazioni sanitarie erogate in Lombardia: "Ora si faccia un altro passo in avanti e si punti ad ottenere degli standard di qualità nell'erogazione dei servizi e delle prestazioni sanitarie alla nostra gente -ha proseguito - Anche la qualità deve avere le sue regole di base". L'assessore Mario Mantovani ha quindi toccato in profondità, prospettando soluzioni immediate, i grandi temi della politica sanitaria, soffermandosi poi su come dovrà essere il modello sanitario del futuro, costruito ascoltando il territorio, gli operatori e tramite l'indispensabile confronto perché "la nuova riforma della sanità venga scritta tutti insieme".


Si è parlato anche del futuro della ricerca sulla Sla, la sclerosi laterale amniotrofica, nel convegno che si è tenuto nei giorni scorsi a Palazzo Lombardia, organizzato dalla Direzione Generale Salute della Regione Lombardia, a cui è intervenuto anche l'assessore alle attività produttive ricerca e innovazione Mario Melazzini, in qualità di presidente della Fondazione AriSLA. “Nonostante negli ultimi 15 anni le ipotesi sui fattori che identificano la SLA siano aumentate di molto, gli studi in laboratorio non hanno visto un proporzionale trasferimento alla pratica clinica – ha sottolineato Melazzini – Una risposta a questo limite è pensare a un modello nel quale istituzione, mondo accademico e imprese lavorino insieme per rendere concreti gli investimenti nella ricerca”. Sentiamolo.

- audio -

Utilizzare i mezzi pubblici non solo per gli spostamenti casa e lavoro, ma nel tempo libero. Lo ha fatto l'assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia Maurizio Del Tenno, che ha raggiunto con il Malpensa Express 'Volandia', il museo dell'aeronautica più grande d'Italia, che si trova a dieci minuti a piedi dall'aeroporto di Malpensa. L'occasione è stata l'inaugurazione della nuova sezione permanente 'Più alto e più oltre', dedicata a Gabriele D'Annunzio. "Da anni Trenord promuove tariffe agevolate - spiega del Tenno - per chi si sposta con il treno nel tempo libero. 'Volandia' è solo uno dei tanti esempi: con un unico pacchetto si acquista il biglietto del treno di andata e ritorno, l'ingresso al museo e un pranzo da consumare al Bistrot dello spazio espositivo. Una proposta importante e interessante, affinché il treno diventi sempre più un'abitudine quotidiana dei lombardi". Agevolazioni particolari per viaggiare sui mezzi di trasporto pubblico locale sono previsti anche per i ragazzi under 14 accompagnati da almeno un genitore. "Regione Lombardia pone una particolare attenzione alle famiglie anche grazie alla promozione 'Io viaggio in famiglia' - continua Del Tenno - che prevede che i ragazzi minori di 14 anni viaggino gratis sui trasporti pubblici quando accompagnati da un familiare in possesso di biglietto o abbonamento valido".

"La scuola paritaria è il frutto della passione educativa di laici e religiosi, di donne e uomini e genitori verso i propri figli e la gioventù tutta. E le opere nate dal basso, dalla società civile, sono ancora più importanti quando si occupano di educazione, perché lo sviluppo di una civiltà è innanzitutto frutto proprio di un processo educativo". Così l'assessore all'Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia Valentina Aprea nel corso del suo intervento alla tradizionale marcia 'Andemm al Domm', a Milano. Con l'assessore era presente anche il direttore generale dell'Ufficio scolastico regionale Francesco de Sanctis. Giunta alla sua 32ª edizione, la manifestazione, quest'anno dedicata al tema 'Famiglia e Scuola: risorse per affrontare la crisi', ha visto la partecipazione di genitori, alunni, insegnanti e dirigenti delle scuole cattoliche e di ispirazione cristiana, che hanno sfilato per le vie del centro cittadino, dalla Stazione centrale a piazza Duomo, dove ad attenderli c'era il cardinale di Milano Angelo Scola. "È interesse di tutti - ha proseguito l'assessore Aprea -, a partire dallo Stato, dalle Regioni e dagli Enti locali, valorizzare e favorire quel principio di libertà e civiltà che riconosce il ruolo dei corpi intermedi della società, famiglie e formazioni sociali, chiamandole ancora di più a essere protagoniste della crescita educativa della società".

È tutto, grazie per l’ascolto