C’è molta preoccupazione per la Bosnia-Erzegovina. L’Alto rappresentante internazionale, Christian Schmidt, nel suo ultimo rapporto avverte di un rischio di destabilizzazione e secessione del Paese balcanico. Doveva partecipare al Consiglio di sicurezza dell’Onu ma Mosca si è opposta. Il documento sarà comunque analizzato ma non verrà presentato direttamente da Schmidt.

Ti potrebbero interessare anche:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi