«Senza di te è una canzone estiva scritta in inverno. È il tramonto di fine stagione, quando torni dal mare ancora coperto di sale. Il vento che soffia, i locali all’aperto, le granite siciliane. È Roma vuota perché sono tutti ad Ostia. Il sole che non cala mai. ‘Senza di te’ è un match di due mondi diversi che confluiscono in un unico immaginario. Semplice, ma bello».

Ti potrebbero interessare anche:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi