Un ragazzo nel cuore (testo di Mogol, musica di Roberto Soffici) e tanta voglia di fare musica. Il Cantagiro 1969 vede il debutto ufficiale di una giovanissima cantante catanese destinata a diventare una delle “signore della canzone italiana”, Marcella Bella. Solo tre anni dopo, nel 1972, partecipa al Festival di Sanremo con Montagne verdi, brano scritto dal fratello Gianni e da Giancarlo Bigazzi. Si piazza al settimo posto, ma le vendite del 45 giri superano il mezzo milione di copie. Da allora, “Cespuglio”, così veniva simpaticamente chiamata per via della folta chioma, non si è più fermata: 50 anni di Bella Musica, festeggiati quest’anno con un album live che contiene alcuni fra i suoi maggiori successi, l’inedito Ti mangerei e i duetti con Donatella Rettore e Silvia Salemi.

Ti potrebbero interessare anche:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi